Castel Madama, Pietropaoli: "Non potremmo più difenderci dagli incendi"

La denuncia del consigliere comunale del centro empolitano dopo che la Provincia di Roma "Ha chiesto indietro la macchina con il modulo antincendi e spargisale" in dotazione ai volontari della Protezione Civile

Castel Madama non potrà più difendersi dagli incendi. I volontari della Protezione civile, infatti, non hanno più la macchina con il modulo antincendio e spargisale. Il motivo? La Provincia di Roma l'ha voluta indietro. A sostenerlo, in una nota, è il Comune di Castel Madama. "Siamo stati invitati - spiega Federico Pietropaoli, consigliere con delega alla Protezione Civile - a consegnare la macchina. Successivamente è venuto direttamente in Comune un rappresentante della Provincia al quale siamo stati costretti a consegnare le chiavi. Da settimane Castel Madama sta cercando di capirne le ragioni, e di segnalare il grave pericolo nel quale viene esposto l'intero territorio, che non ha più a disposizione una vettura e il modulo antincendio per fronteggiare le emergenze dell'estate".

TUTTO FERMO - Assessore della Giunta del sindaco Salvatori che spiega come il Comune si stia attivando per far fronte al problema: "Ci siamo subito attivati - aggiunge Pietropaoli - per cercare di comprendere la situazione. Non siamo l'unico Comune che è stato costretto a riconsegnare la vettura. Decine di auto attrezzate sono ferme all'interno di una sede della Provincia in via Tiburtina. Con il responsabile della protezione civile di Castel Madama abbiamo bussato a molte porte, abbiamo parlato con di dottor Raimondo Francesco Godano dell'Ufficio di Direzione Protezione Civile della provincia. Ho scritto anche al Prefetto. Tutto è fermo. Restano ancora un mistero le motivazioni. In modo informale un dipendente provinciale mi ha fatto capire che la nostra colpa era quella di aver utilizzato i mezzi fuori del nostro territorio, per la precisione per prestare aiuto ai terremotati dell'Emilia Romagna. Non vogliamo credere che questa possa essere la causa - conclude - anche perché in quella occasione prestammo soccorso con altri mezzi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento