Allarme droga nella Capitale: hashish e cocaina dai 15 ai 35 anni

Minori ma anche professionisti adulti, nella fascia d'età che va dai 15 ai 35 anni la droga non risparmia nessuno. Il coordinamento generale Sert roma rileva nel primo mese del 2009 un aumento preoccupante del consumo di cocaina e hashish. In calo invece l'eroina

Il Coordinamento Generale Sert di Roma lancia un nuovo allarme sul consumo di droghe nella Capitale. Nel centro del mirino sono la cocaina e l’hashish, il cui utilizzo riguarda anche un alto numero di minori, ma anche professionisti, adulti e, caso limite, ma da evidenziare gli anziani. Si parla, nel primo mese del 2009, ancora in corso, di un aumento del consumo di Cocaina del 3% e di hashish del 2,5%  ed ogni giorno sempre nuove segnalazioni giungono al Sert e all’Agenzia Comunale delle Tossicodipendenze.

In calo, risultano invece i tossicodipendenti  da sostanze che si iniettano via endovena come l’eroina, forse per la loro facile identificabilità. Roma è dunque, seconda solo a Milano, una città veramente schiacciata dal “mostro” droga che, purtroppo, non risparmia nessuna categoria di persone, ma che attacca, con violenza i giovani dai 15 ai 35 anni.

La cocaina e la cannabis sono facili da trovare ed i costi, ormai sono molto meno proibitivi che in passato. Nei quatrieri alti, come nelle periferie più degradate ci sono centri di spaccio sempre in funzione, dove i ragazzi possono comprare la loro dose. Il consumo in media è di  3 grammi al giorno di hashish e 1 di cocaina al giorno, anche se l’uso è più spesso concentrato al fine settimana con la punta massima nel sabato sera.  Per quanto riguarda la cocaina,ci sono tre tipologie di consumatori: “Gli imprenditori ed i politici” (29%, )“I dipendenti ed i liberi professionisti tra i 25 ed i 30 anni (36%)” ed i giovanissimi (35%). Dati questi che lasciano di stucco perché segnalano una diffusione a macchia d’olio del fenomeno, che rende molto difficile una classificazione regolare nell’indagine psicologica dei profili dei cocainomani.

Anche gli ultimi rilievi della prefettura confermano che  il consumo di stupefacenti tra i romani è in costante aumento, così come i minori che ne fanno uso. Ben il 10% delle persone segnalate dalla polizia come consumatori di droga e’ minorenne, due anni fa erano solo il 6,8% del totale. Insomma il fenomeno, nonostante i continui sequestri,  continua a crescere. Il prefetto di Roma Carlo Mosca continua ad impegnarsi seriamente, così come il Sindaco Alemanno e l’Amministrazione Cpitolina, insieme alla collaborazione dell’Act, nel gestire operazioni di controllo, osservazione attenta dei quartieri considerati a rischio e nell’attuare una dura battaglia a tutti i tipi di droga.

Tuttavia, come sostiene Mosca: “La lotta è molto difficile, i dati sono significativi; nel 2006 sono state segnalate 4.060 persone, nel 2007 sono aumentate a 4.142. Nel 2008  sono arrivate a 4.500 ed in questo gennaio 2009 si contano già quasi 5000 persone che fanno uso delle diaboliche sostanze.  Dai dati emerge come le segnalazioni per cocaina siano aumentate, dal 10 al 13%.  Chi viene segnalato come consumatore di droga ha in media tra i 16 e i 40 anni, con una bassa percentuale femminile.

La diffusione tocca qualsiasi strato sociale; frequenti i casi di professionisti, dai medici agli avvocati; spesso colti a far uso di coca”. Una situazione davvero preoccupante che sta mobilitando diverse forze sociali del territorio: dal mondo della Ricerca e della Sanità , Cnr di Roma, Istat,  Istituto Superiore di Sanità, AcT Roma, all’ambito dei Sert Territoriali, delle Comunità di Recupero, Centri Assistenziali, Cooperative Sociali ed Associazioni di solidarietà.  Nuovi progetti, convegni e dibattiti saranno al centro del 2009 ed un a campagna di dura repressione sta già prendendo campo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento