rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Roma, chiamate anonime fanno scattare due allarmi bomba nelle banche di Flaminio e del Mise

Sul posto i vigili del fuoco, la polizia locale e i carabinieri. Evacuata una banca

Due allarmi bomba, classificati poi come "falsi", in poche ore. Roma ha vissuto qualche momento di tensione nella mattinata del 12 ottobre quando due segnalazioni anonime hanno fatto scattare i protocolli di sicurezza. Sui posti i vigili del fuoco, la polizia locale di Roma Capitale per la gestione del traffico e le chiusure del caso e i carabinieri, per le indagini, con la squadra degli artificieri per esaminare i pacchi sospetti. 

Il primo allarme è scoppiato a piazzale Flaminio, intorno alle 10 circa, all'interno della banca Bpm. Un falso allarme dopo che i rilievi dei militari della stazione Flaminio e degli artificieri hanno dato esito negativo.

Il secondo un'ora e mezzo più tardi nel Mise, il Ministero dello Sviluppo Economico, proprio mentre i lavoratori di Chef Express stavano protestando, manifestando davanti agli uffici di via Vittorio Veneto il riassorbimento nei nuovi negozi entranti presso la stazione Termini dei dipendenti in esubero. 

Anche qui all'interno di una banca proprio all'interno del Ministero. Sul posto, anche in questo caso, gli artificieri insieme ai carabinieri della Compagnia Centro hanno verificato come l'allarme fosse falso. In entrambi i casi, l'allerta è scattata quando nelle filiali è giunta una chiamata anonima che avvertiva della presenza di un presunto ordigno all'interno dell'edificio. Sui due episodi indagano i carabinieri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, chiamate anonime fanno scattare due allarmi bomba nelle banche di Flaminio e del Mise

RomaToday è in caricamento