"C'è una bomba pronta ad esplodere in banca", evacuato palazzo a piazzale Flaminio

L'intervento degli artificieri della polizia di Stato nello stabile che ospita gli uffici della Banca Popolare di Milano

"C'è una bomba pronta ad esplodere in banca", questa la chiamata che ha raggelato il sangue dei lavoratori della Banca Popolare di Milano che si trova a piazzale Flaminio. La chiamata anonima è giunta alla BPM intorno alle 9:30 di giovedì mattina con il vicedirettore dell'istituto di credito che ha quindi immediatamente allertato le forze dell'ordine. 

Scattata la procedura di emergenza a due passi dalla porta d'ingresso di piazza del Popolo sono intervenuti gli artificieri, gli agenti della Polizia di Stato, e le pattuglie della Polizia Locale di Roma Capitale per la gestione della viabilità.

Al fine di operare in sicurezza sia i lavoratori della banca che le persone che si trovavano negli uffici dei piani superiori della palazzina sono quindi stati evacuati a scopo precauzionale. Ispezionati gli uffici, con esito negativo, l'allarme bomba è rientrato intorno alle 11:15 con le persone evacuate che sono potute rientrare nei rispettivi uffici. 

Disagi per gli utenti delle linee 61-89-160-490-495-590 fortemente rallentate e deviate su percorsi alternativi.

Sempre alla BPM di Milano si era verificato lo scorso 9 agosto un episodio identico. Allora furono però due le telefonate anonime che indicavano la presenza di una bomba in banca. Anche in quel caso, dopo aver evacuato le persone presenti nello stabile ed aver ispezionato i locali dell'istituto di credito, gli artificieri constatarono un falso allarme bomba. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento