menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi rissa nella villa comunale di Albano: accoltellato un 23enne, è in prognosi riservata

Ferito anche un 22enne, già dimesso. A riprendere il tutto le telecamere della villa comunale del paese dei Castelli romani

Un 23enne grave all'ospedale di Tor Vergata, in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita. Sul suo corpo tagli alle gambe, riferibili ad un accoltellamento, la scheggiatura di una vertebra, un trauma cranico e uno toracico. Con lui un altro contuso, di un anno più piccolo, che con una ferita alla testa e un trauma toracico, è stato curato e dimesso da Tor Vergata. 

Sono loro le due vittime di quanto accaduto sabato sera a villa Doria ad Albano Laziale, dove dopo le 19, è andato in scena l'ennesimo parapiglia, l'ennesima lite tra giovani che in questi mesi sta caratterizzando le cronache di tutta Italia. Disegnarne i contorni - stante anche il clima di omertà che caratterizza come sempre i giovanissimi, è compito - arduo, dei carabinieri della stazione di Albano e della compagnia di Castel Gandolfo, già a buon punto per risalire a quelli che sono i responsabili. 

A dare più di un elemento, fornendo ulteriori punti fermi oltre ai feriti, sono state le telecamere di videosorveglianza della villa comunale che hanno immortalato l'accaduto. Secondo quanto appreso da RomaToday si vede chiaramente una zuffa a cui partecipano più persone. Una rissa, a colpi di schiaffi, pugni, calci, nella quale sarebbero spuntati anche i coltelli. Il tutto è compatibile con le ferite riportate dal 23enne. 

Perché la rissa? E' questo quanto i carabinieri stanno provando a ricostruire. C'è l'ipotesi spedizione punitiva o di un regolamento di conti tra gruppi di giovanissimi. C'è anche, non esclusa, la possibilità di un appuntamento sui social concretizzatosi in villa. C'è la possibilità di un "secondo tempo" di un episodio accaduto a ottobre, quando vi fu un pestaggio di due giovanissimi.

Secondo quanto filtra le indagini sarebbero a buon punto e un contributo decisivo potrebbe arrivare dal racconto del 22enne ferito, ma già dimesso dall'ospedale. Perché era lì? Chi l'ha ferito? Da lui potrebbero arrivare elementi per incastrare definitivamente i responsabili che sarebbero già stati individuati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento