Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Carcere Velletri: detenuto picchia un sovrintendente della polizia penitenziaria

L'aggressione nella tarda mattinata di oggi. La guardia carceraria costretta alle cure del pronto soccorso. Costantino: "Ci vorrebbe il massimo della pena"

Il carcere di Velletri

E' stato colpito con un sul braccio per motivi ancora in via di accertamento. Ad esser raggiunto dal colpo un sovrintendente della polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Velletri. L'aggressione nella tarda mattinata di oggi quando il 38enne è stato costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso della casa circondariale dei Castelli Romani con sette giorni di prognosi.

DETENUTO DENUNCIATO - A colpire l'agente un detenuto romano di 38 anni, in carcere per scontare i reati di rapina, minacce, estorsioni e maltrattamenti in famigilia, poi fermato dai colleghi della vittima e denunciato all'Autorità Giudiziaria.

FNS CISL - A commentare quanto accaduto il segretario regionale della Fns-Cisl Massimo Costantino: "Purtroppo nell’Istituto di Velletri non è il primo caso  del genere. Per la Fns Cisl in casi del genere la pena da applicare non può essere la più favorevole ma semmai quella  massimo affinché atteggiamenti del genere non possono più ripetersi. La Fns Cisl Lazio esprime solidarietà nei confronti del Sovrintendente e chiede immediati provvedimenti atti a  far si che detto detenuto sia trasferito in altra sede".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere Velletri: detenuto picchia un sovrintendente della polizia penitenziaria

RomaToday è in caricamento