menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accerchiato dal branco e preso a sprangate in strada, i passanti intervengono in suo aiuto

I tre sono stati riconosciuti sia dalla vittima, che nell'aggressione ha riportato una ferita lacero contusa alla nuca, sia dai numerosi testimoni

Serata di paura per un 35enne romano che, mentre stava tornando a casa, è stato aggredito dal branco, colpito con una spranga di metallo e rapinato dello smartphone che aveva in mano. A ricostruire quanto successo intorno alle 20 di giovedì, sono stati i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma che hanno arrestato un ucraino di 18 anni e un romano di 19 anni con le accuse di tentata rapina aggravata e lesioni personali aggravate.

Il terzo complice, un ragazzino romano di 16 anni, è stato invece denunciato a piede libero con le stesse accuse. I tre stavano camminando in via Sebastiano Grandis, zona piazza Santa Croce in Gerusalemme, quando hanno incrociato il 35enne decidendo di derubarlo armati con l'asta metallica - forse uno di quei pali usati per sostenere i segnali stradali - trovata in strada.

Nonostante la botta in testa, la vittima è riuscita a fuggire, rincorso dagli aggressori. Le sue urla hanno attirato l'attenzione di altri passanti che sono così corsi in suo aiuto mettendo in fuga i rapinatori, che hanno così mollato anche il cellulare appena rubato.

La segnalazione arrivata al 112 ha quindi consentito ai carabinieri di intervenire in tempi rapidi e di rintracciare i rapinatori mentre stavano tentando di dileguarsi lungo via Emanuele Filiberto.

I tre sono stati riconosciuti sia dalla vittima – che nell'aggressione ha riportato una ferita alla nuca - sia dai numerosi testimoni: per i maggiorenni sono scattate le manette ai polsi e gli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo, mentre il 16enne è stato denunciato a piede libero e affidato ai genitori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento