Cronaca Piazzale Maresciallo Giardino

"Levateve la pistola che vi sfondo", in strada durante il coprifuoco si scaglia contro gli agenti

Il 56enne è stato trovato nel cuore delle notte in zona Prati, a decine di chilometri di distanza dalla sua abitazione

"Levateve la pistola che vi sfondo tutti, qualcuno lo porterò con me in ospedale". Così un uomo ha minacciato gli agenti di polizia dopo essere stato sorpreso in strada durante le ore del coprifuoco. L'aggressione intorno all'1:00 di notte quando la polizia ha proceduto ad un controllo ad un'auto nel corso di un posto di blocco in piazzale Maresciallo Giardino, fra Prati e Ponte Milvio.

Fermato dagli agenti, alla domanda sul perchè fosse in strada durante la notte in violazione del Dpcm che impone il coprifuoco nelle ore notturne al fine di contrastare la diffusione del Coronavirus,  l'uomo ha da subito assunto un atteggiamento aggressivo. Invitato a scendere dall'auto ha spintonato un poliziotto dando vita ad una collutazione con gli agenti.

Fermato non senza difficoltà è stato quindi accompagnato negli uffici del commissariato Prati di polizia, diretto da Filiberto Mastrapasqua, dove ha riferito di trovarsi in strada dopo essere stato a trovare un'amica, della quale non ha saputo o voluto fornire le generalità.

Trovato in possesso di oltre 700 euro in contanti, in banconote di piccolo taglio, nella vettura è stata trovata un'agenda indicante numeri, cifre e luoghi ed un borsone contenente tracce di bicarbonato, utilizzato solitamente come sostanza da taglio per la cocaina. 

Trasportato in ospeale per accertamenti ed identificato per un 56enne residente nella zona del III Municipio Montesacro, oltre ad essere stato sanzionato per aver violato il coprifuoco è stato poi arrestato con le accuse di  resistenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Levateve la pistola che vi sfondo", in strada durante il coprifuoco si scaglia contro gli agenti

RomaToday è in caricamento