Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Paura a Manzoni: aggredito con pietre e bastoni per il portafogli ed il cellulare

Due giovani marocchini hanno assalito un coetaneo del Mali. La vittima è stata poi difesa dai carabinieri che hanno arrestato uno dei due malviventi

Un 24enne del Mali è stato minacciato ieri notte con un bastone ed una grossa pietra all'uscita della fermata metro Manzoni da due coetanei marocchini che volevano rubargli portafogli e cellulare. La vittima ha reagito ed è stata colpita in testa, ma nonostante ciò è riuscita a divincolarsi e a scappare.

Uno dei due aggressori lo ha inseguito lungo via Emanuele Filiberto, ma qui è stato notato da un carabiniere che ha subito allertato il Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante. I militari hanno pedinato l'aggressore fino a piazza Vittorio Emanuele II, dove hanno separato i due giovani che intanto avevano intrapreso una nuova colluttazione.

Il marocchino, senza fissa dimora e con precedenti, è stato arrestato per rapina e lesioni personali, portato e trattenuto in caserma, in attesa del rito direttissimo. La vittima, invece, è stata medicata presso l’ospedale “San Giovanni-Addolorata” per un trauma cranico con ferita lacero-contusa alla testa, giudicata guaribile in 10 giorni.

Le indagini dei carabinieri proseguono al fine di dare un volto al secondo malvivente armato di bastone, che è riuscito a dileguarsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura a Manzoni: aggredito con pietre e bastoni per il portafogli ed il cellulare

RomaToday è in caricamento