Cronaca

Si rifiuta di scendere dal bus, poi si scaglia contro i carabinieri

Le violenze al capolinea dei pullman di Civitavecchia. In manette un giovane passeggero di 19 anni

Si è rifiutato di scendere dal bus una volta arrivato al capolinea. All'arrivo dei carabinieri allertati dall'autista del Cotral si è però scagliato contro di loro colpendoli a calci e pugni. Il violento passeggero, un cittadino del Gambia di 19 anni, in Italia senza fissa dimora, è stato poi arrestato dai militari dell'Arma della Compagnia di Civitavavecchia per lesioni violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale e danneggiamento. 

Aggressione al deposito Cotral a Civitavecchia

Nello specifico i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia e quelli dell’Aliquota Radiomobile, sono intervenuti presso il deposito dei trasporti pubblici del Cotral di Civitavecchia in quanto, un giovane straniero aveva deciso di non voler scendere dal mezzo pubblico, al termine del turno di servizio.

Calci e pugni ai carabinieri 

Il ragazzo è stato più volte invitato, prima dall’autista e successivamente dai militari, a scendere dal bus. Dopo vari tentativi per spingerlo a scendere, il ragazzo è andato in escandescenze ed ha aggredito i militari colpendoli con calci e pugni, e danneggiando anche lo specchietto di un’auto di servizio dei carabinieri, ma è stato poi bloccato ed ammanettato. Dopo l’arresto il 19enne è stato accompagnato in caserma e trattenuto, in attesa del rito direttissimo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rifiuta di scendere dal bus, poi si scaglia contro i carabinieri

RomaToday è in caricamento