rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Testaccio / Viale del Campo Boario, 58

Testaccio: operatori Ama presi a bastonate all'Isola Ecologica

E' accaduto nell'area di raccolta di via del Campo Boario. I tre dipendenti dell'azienda capitolina ricoverati in ospedale con il naso rotto

Una brutale aggressione a colpi di bastone che li ha costretti alle cure dell'ospedale San Camillo a causa delle contusioni riportate. Vittime della violenza di un gruppo di rom, tre dipendenti dell'Ama, colpiti nella mattinata di oggi 14 aprile mentre si trovavano all'ingresso dell'Isola Ecologica al civico 58 di via del Campo Boario, nella zona di Testaccio. L'aggressione poco dopo le 10:00.

PNEUMATICI ALL'ISOLA ECOLOGICA - Secondo quanto ricostruito i primi due rom si sono presentati al deposito di Testaccio con un carico di pneumatici da dover smaltire. Gli operatori hanno però fatto notare loro che, trattandosi di materiale speciale, non potevano smaltirlo in quell'Isola Ecologica e li hanno quindi accompagnati all'uscita. Una volta fuori la brutale aggressione, con l'ausilio di una terza persona in quel momento in attesa su un furgone in via del Campo Boario.

NASO ROTTO E CONTUSIONI - Presi alla sprovvista i tre 'netturbini' sono stati quindi sopraffatti dalla violenze del gruppo che non ha lasciato loro la possibilità di reagire. Tutti e tre gli operatori ecologici sono poi dovuti ricorrere alle cure dell'ospedale San Camillo-Forlanini con contusioni su tutto il corpo, con una delle vittime medicata per una frattura del setto nasale.

FUGA SU UN FURGONE - Secondo quanto ricostruito dai tre netturbini gli aggressori sino poi fuggiti a bordo di un furgone a cui le vittime non sono riuscite a prendere la targa. Allertata la sala operativa del 112 sul posto sono arrivati i carabinieri che indagano su quanto accaduto.

L'AMA VICINA AI SUOI DIPENDENTI - La notizia dell'aggressione ha trovato la condanna di Daniele Fortini ed Alessandro Filippi, rispettivamente Presidente e Direttore Generale di Ama che in in merito all’aggressione di 2 operatori e di un capozona Ama, in servizio questa mattina presso il Centro di raccolta aziendale di Campo Boario scrivono: "Esprimiamo, a titolo personale e a nome di tutta la comunità aziendale, la più profonda e sincera solidarietà ai tre dipendenti Ama in servizio presso il Centro di raccolta di Campo Boario che sono stati aggrediti questa mattina. Condanniamo con fermezza questo atto vile che ha colpito inaspettatamente i lavoratori dell’azienda, impegnati a svolgere correttamente le proprie mansioni nel rispetto delle regole e delle procedure. Un doveroso ringraziamento va sia agli operatori sanitari che hanno soccorso i tre lavoratori sia ai Carabinieri che hanno svolto tutti i rilievi avviando immediatamente le indagini per risalire ai responsabili".

IL COMUNE - Solidarietà alle vittime dell'aggressione anche da parte dell'assessora all'Ambiente e ai Rifiuti di Roma Estella Marino: "Agli operatori Ama, aggrediti brutalmente questa mattina al centro di raccolta di Testaccio dopo aver impedito a tre individui di conferire nella struttura un carico di rifiuti speciali, va tutta la solidarietà e la vicinanza dell'Amministrazione, insieme alla condanna per un gesto tanto vile e vigliacco. In attesa delle indagini dei carabinieri non possiamo che ringraziare l'azienda e, soprattutto, i suoi dipendenti per quello che fanno ogni giorno per la città. Grazie a tutti gli operatori Ama che con questa Giunta si stanno impegnando per imprimere un cambio di passo nella gestione dei rifiuti, nell'ottica del pieno rispetto delle regole. Un pensiero particolare va agli operatori aggrediti, uno dei quali ha riportato la rottura del setto nasale, che sentiremo personalmente per accertarci delle loro condizioni di salute".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Testaccio: operatori Ama presi a bastonate all'Isola Ecologica

RomaToday è in caricamento