rotate-mobile
Cronaca Acilia / Via Eschilo

In 10 seminano il panico sul bus 709: l'autista lancia l'allarme, ma viene ignorato

Saliti a Casal Palocco, hanno messo a ferro fuoco e il bus. Vani i tentativi dell'autista di richiedere aiuto tramite il pulsante di emergenza

Si sono letteralmente impossessati del bus, urlando, prendendo a pugni vetri e cabina dell'autista, fumando e arrivando anche ad aggredire il conducente del mezzo, comportandosi come se sul mezzo vigesse la loro legge, come se fosse di loro proprietà. Fine turno da incubo sulla linea 709 che collega Casal Palocco alla metro Eur Fermi.

Il racconto è dell'autista ai colleghi della rimessa di Acilia che hanno denunciato l'accaduto nero su bianco all'azienda. Già, perché la vicenda è l'ennesimo caso di aggressione ad un operatore Atac, ma non solo. Il conducente del mezzo, dalla sua cabina, ha infatti più volte lanciato l'allarme tramite pulsante di sicurezza, ma è stato sistematicamente ignorato. 

Tutto ha inizio alle 24, in via Eschilo. Qui salgono una decina di ragazzini, evidentemente alterati. Sin da subito è il caos. "Urlavano e fumavano", si legge nella denuncia. Ripetute le offese all'autista e i pugni contro i vetri del mezzo e la cabina di guida. Un vero e proprio "assalto" per noia che si è trasformato in aggressione.

Si legge nella denuncia: "Giunto al capolinea, la speranza dell'operatore di trovare forze dell'ordine è svanita nel nulla, in quanto si è reso conto che la sua  richiesta d'aiuto era stata ignorata. Ha effettuato la fermata fine corsa facendo attenzione che tutti scendessero e nel richiudere le porte si è sentito colpito e strattonato da una persona che cercava di entrare dal finestrino posto guida, lasciato aperto per il forte odore di fumo". Alla fine, per fortuna, è riuscito a ripartire e a raggiungere la rimessa.

Contattata telefonicamente,  la Centrale operativa ha così risposto: "Eravamo impegnati". Le Rsu della rimessa di Acilia chiedono che l'evento non passi inosservato: "Chiediamo di accertare le responsabilità di ogni singolo soggetto coinvolto e che siano sanzionati con provvedimenti disciplinari per la negligenza dimostrata come prevede il codice etico e il regolamento aziendale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 10 seminano il panico sul bus 709: l'autista lancia l'allarme, ma viene ignorato

RomaToday è in caricamento