rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca Bologna / Via Lorenzo il Magnifico

Pugni al barista davanti la stazione Tiburtina, gli aveva negato l'accesso alla toilette

Le violenze sulla circonvallazione Nomentana. Il 41enne medicato all'ospedale Sandro Pertini, sul posto carabinieri e 118

Lo ha colpito con un pugno costringendolo alle cure dell'ospedale. Motivo delle violenze: il diniego da parte del barista di permettergli l'accesso alla toilette dell'esercizio commerciale. I fatti intorno alle 21:00 di ieri, in un bar di circonvallazione Nomentana, di fronte alla stazione Tiburtina. Ad essere preso di mira da un cittadino straniero, un uomo di nazionalità turca, dipendente dell'esercizio commerciale dove l'aggressore voleva andare al bagno. Un "no" che ha scatenato la reazione dell'uomo, che dopo aver colpito il 41enne al volto si è rapidamente dileguato in direzione della sopraelevata.

MEDICATO IN OSPEDALE - Ferito, il 41enne è stato preso in carico dall'ambulanza del 118 e trasportato al vicino ospedale Sandro Pertini, dove è stato medicato e dimesso. Sulla circonvallazione Nomentana sono intervenuti i carabinieri della Compagnia Roma Parioli che, acquisite le prime testimonianze, hanno cominciato la caccia all'aggressore, un cittadino straniero secondo quanto riferito ai militari dell'Arma. Secondo i primi accertamenti potrebbe essere una delle persone che intorno a quell'ora della sera si reca allo scalo ferroviario del Nomentano dove avviene la distrbuzione dei pasti da parte delle associazioni di volontariato. L'aggredito non ha ancora sporto denuncia. 

COMITATO CITTADINI STAZIONE TIBURTINA - Quanto accaduto ha trovato il commento del Comitato Cittadini Stazione Tiburtina che denunciano: "Questa aggressione, la più brutale che riusciamo a ricordare, segue quelle ai giornalisti di Mediaset, segue le continue risse sedate solo grazie all’intervento delle forze dell’ordine. Il commerciante - si legge in una lunga nota stampa - era nel suo negozio. Come ogni sera si sono concentrate centinaia di persone attratte dalla somministrazione dei pasti, i più stranieri ubriachi, parcheggiatori abusivi o migranti africani senza documenti che girano per l’area". "Come Cittadini - scrivono ancora dal Comitato - chiediamo da anni un’ordinanza che vieti il consumo di alcolici in strada e la vendita ad asporto su tutta l’area attorno la Stazione Tiburtina".

Stazione Tiburtina ambulanza-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugni al barista davanti la stazione Tiburtina, gli aveva negato l'accesso alla toilette

RomaToday è in caricamento