Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Bologna / Largo Guido Mazzoni

Stazione Tiburtina, aggredito giornalista Mediaset

L'aggressione ai danni di Alessio Fusco, inviato del programma 'Dalla vostra parte'. Comitato di quartiere: "Risse sono diventate all'ordine del giorno"

Aggressione ai danni di un giornalista Mediaset. Nella serata di ieri, all'esterno della stazione Tiburtina, Alessio Fusco, cronista del programma 'Dalla vostra parte', è stato aggredito nel piazzale antistante la stazione. Da tempo la trasmissione documenta il degrado della zona e già nei giorni scorsi si erano registrati momenti di tensione, ieri esplosa in diretta tv. 

La polizia dopo poche ore ha individuato i responsabili dell'aggressione. Il primo, originario de L'Aquila, senza fissa dimora, di 45 anni è stato identificato da una pattuglia del commissariato Porta Pia. Dopo essere stato accompagnato negli uffici di polizia. Al termine degli accertamenti di rito, l'uomo è stato denunciato per il reato di lesioni. Il secondo è un albanese di 25 anni. Anche per lui è scattata la denuncia per il reato di lesioni.

Solidarietà al giornalista aggredito da parte del comitato di quartiere. "Sono anni", spiegano i cittadini, "che denunciamo il fatto che la Stazione Tiburtina è ormai zona franca in mano a sbandati di ogni tipo: ubriaconi, rom, senza tetto, clandestini, parcheggiatori abusivi e tossici. Li abbiamo tutti qui, concentrati puntualmente ogni sera da chi abusivamente e senza alcuna autorizzazione somministra pasti e bevande anche alcoliche sotto casa nostra".

Secondo la denuncia del comitato "negli ultimi tempi le risse sono diventate all’ordine del giorno. La polizia interviene ormai quotidianamente. Come cittadini abbiamo paura ad uscire e a rientrare a casa, abbiamo paura a parcheggiare la macchina, abbiamo paura a vivere qui. Non siamo più neanche liberi di invitare amici a casa nostra visto che chiunque ha paura a recarsi qui. L’aggressione al giornalista di Mediaset Alessio Fusco a pochi passi dal presidio dell’esercito e dei carabinieri che non si sono neanche mossi è la riprova che qui lo Stato ha alzato bandiera bianca". 

L'onorevole Barbara Saltamartini, Noi con Salvini, commenta: "Solo tre giorni fa abbiamo denunciato la carenza di sicurezza e la pericolosità nelle zone adiacenti alla stazione Tiburtina. Una situazione intollerabile per la quale proprio questa mattina abbiamo chiesto un incontro urgente con il Prefetto di Roma. Sollecitiamo l'incontro con il Prefetto per porre fine ad una situazione di totale insicurezza e degrado".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione Tiburtina, aggredito giornalista Mediaset

RomaToday è in caricamento