Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Madre e figlia sequestrate dopo un furto in casa. Sono state tenute in ostaggio in auto per ore

Il ladro, scoperto all'alba, ha preso in ostaggio le due donne per dileguarsi all'altezza di ponte Casilino

Aggredite, rapinate e sequestrate. Sono state ore di terrore per una mamma e sua figlia residenti nel quartiere di Torre Angela vittime delle azioni di un ladro sorpreso all'interno del proprio appartamento. Qui, all'alba di giovedì, il sonno di una mamma si è trasformato in un incubo. All'alba ha infatti sorpreso un ladro all'interno dell'appartamento, riuscito ad entrare da una finestra, forzando un'inferriata al piano terra. Ne è nata una colluttazione, con il malvivente che ha estratto il coltello ed ha ferito la proprietaria di casa.

Dal marcato accento romano e armato di coltello, il ladro ha poi costretto la donna a svegliare la figlia. Sotto la minaccia dell'arma contundente con la quale aveva già ferito la mamma, le due donne sono state costrette a seguire l'uomo che nel frattempo aveva trafugato 150 euro, un telefono cellulare e un pc portatile.

Fatte salire in auto sono state portate in giro per un paio d'ore, fino ad arrivare al Pigneto, all'altezza di Ponte Casilino,  a sei chilometri di distanza dal luogo del furto. Qui le due sono riuscite a liberarsi e il ladro a dileguarsi. Le forze dell'ordine hanno soccorso le due vittime alle 8.40.

Sul caso indaga la polizia con il commissariato Casilino chiamato a chiarire quanto accaduto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madre e figlia sequestrate dopo un furto in casa. Sono state tenute in ostaggio in auto per ore
RomaToday è in caricamento