menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ostia, aggredita dal compagno scappa e si rifugia a casa della vicina

Il fidanzato violento, bloccato e portato dell'auto della polizia, con un calcio ha sfondato lo sportello posteriore e facendo saltare il finestrino dal quale ha tentato di fuggire

E' scappata dal compagno e ha trovato riparo dall'amica. Scenario di un'altra storia di violenza, questa volta, è Ostia. A ricostruire il caso sono stati gli agenti della Sezione Volanti, del Reparto Prevenzione Crimine e del X Distretto Lido di Roma, arrivati nel cortile interno del palazzo dal quale era arrivata la chiamata di diversi residenti che raccontavano di vasi danneggiati e piante rovesciate.

Saliti nell'appartamento, la proprietaria ha raccontato di aver dato ospitalità ad una sua amica e suoi figli minorenni: la donna si era rifugiata dalla vicina perché nella mattinata aveva avuto una lite animata con il compagno che, "quando esagera con l'alcol, diventa violento", ha detto la donna.

Il compagno, un 35enne di origini romene, non vedendola tornare era andato a cercarla per riportarla a casa ma poi, vista la ritrosia della donna, aveva desistito andando in strada. Proprio lì, seduto su una panchina, lo hanno trovato i poliziotti.

Quando poi ha visto la compagna uscire dal portone, il 35enne ha cercato di scagliarsi contro di lei tirando anche calci e pugni agli agenti che lo stavano fermando; all'interno della macchina della polizia l'uomo ha continuato a scalciare piegando lo sportello posteriore e facendo saltare il finestrino dal quale ha tentato di fuggire.

Bloccato,  è stato portato negli uffici del X Distretto ed è stato arrestato per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato ai beni dello Stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento