Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Prati / Via Lepanto

"Attenti alle ladre", poi viene presa a calci sulla metro dalle borseggiatrici

La 35enne è stata trasportata dal 118 all'ospedale Santo Spirito. Il branco attivamente ricercato dagli investigatori

Ha salvato la vacanza ad un gruppo di turisti giapponesi che viaggiavano sulla metro A, ma il suo senso civico non è stato premiato, anzi, è stato 'ripagato' da quattro borseggiatrici con una aggressione che ha costretto la moderna eroina alle cure dell'ospedale, dove è ricoverata in osservazione dalla scorsa domenica sera. Vittima una donna colombiana di 35 anni, colpevole di aver avvertito la comitiva di stranieri in quel momento accerchiata dalla banda di ladre pronte a ripulire i turisti del Sol Levante. "Attenti, attenti alle ladre", questa la frase urlata dalla passeggera, una allerta che ha permesso al gruppo di asiatici di salvarsi ma che gli è poi costata cara. 

CALCI IN METRO - Nello specifico le violenze hanno preso corpo intorno alle 20:30 di domenica 19 marzo, su un convoglio della linea A della metro che viaggiava in direzione Ottaviano-Battistini. Notato l'accerchiamento da parte delle ladre, quattro donne di etnia rom, la colombiana ha avvertio il gruppo di turisti di fare attenzione. Salvata la comitiva è stata però presa di mira dalle borseggiatrici, adirate per quanto accaduto. Poi le botte, soprattutto calci al bassoventre, e la fuga una volta che il treno si è fermato in banchina. 

IN OSSERVAZIONE AL SANTO SPIRITO - Dolorante per i calci subiti, la coraggiosa passeggera è stata soccorsa da una coppia di allievi carabinieri liberi dal servizio, assieme ai militari dell'Esercito Italiano presenti alla stazione Ottaviano nell'ambito della Operazione Strade Sicure. Poi l'arrivo degli agenti di polizia. Affidata alle cure del personale medico del 118 la donna è stata quindi accompagnata all'ospedale Santo Spirito con una prognosi di pochi giorni, ma la 35enne è ancora in osservazione per delle conseguenze dovute alle percosse subite soprattutto nella zona del basso ventre. 

CACCIA ALLE BORSEGGIATRICI - Ad indagare sulle violenze sono gli agenti di polizia del commissariato Borgo. Raccolte le testimonianze dei presenti e la denuncia della ferita, gli investigatori hanno acquisito le immagini di videosorveglianza della metro a caccia di elementi per risalire alle borseggiatrici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Attenti alle ladre", poi viene presa a calci sulla metro dalle borseggiatrici

RomaToday è in caricamento