menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Aggredita dal marito armato di coltello riesce a scappare e lo fa arrestare

Il 55enne ha poi aggredito i militari che per fermarlo hanno usato dello spray urticante. In casa dell'uomo rinvenuti e sequestrati 50 proiettili

E’ riuscita a fuggire alle violenze del marito che l’aveva minacciata ed aggredita con un coltello a serramanico. Richiesto l’intervento dei carabinieri lo ha poi fatto arrestare. E’ accaduto a Civitavecchia dove i militari della locale compagnia hanno poi ammanettato un 55enne, originario della provincia di Nuoro, già noto alle forze dell’ordine, con le accuse di maltrattamenti in famiglia, resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale e detenzione abusiva di armi.

Mercoledì pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia Principale e della Sezione Radiomobile del NOR della Compagnia di Civitavecchia sono intervenuti presso un’abitazione a seguito della richiesta di una donna, 47enne del posto, che aveva segnalato di essere stata aggredita e minacciata con un coltello dal marito, riuscendo però a scappare e allertare il 112.

I militari, in pochissimo tempo, sono giunti sul posto trovando sulla porta il 55enne che, alla loro vista, gli mostrava un coltello a serramanico, lanciando un chiaro messaggio minaccioso.

A quel punto, i Carabinieri, a debita distanza, hanno cercato di calmarlo, invitandolo peraltro a gettare l’arma, ma in risposta l’uomo, in forte stato di alterazione fisica, ha iniziato a minacciarli agitando il coltello e scagliandosi verso di loro. Risultato invano ogni tentativo di riportare l’uomo alla ragione, i Carabinieri sono stati costretti all’utilizzo dello spray al peperoncino in dotazione che ha permesso di immobilizzare l’uomo in tutta sicurezza, facendogli cadere il coltello dalle mani.

I militari hanno inoltre eseguito la perquisizione dell’abitazione dove hanno rinvenuto una scatola contenente 50 proiettili calibro 6,35, illecitamente detenuti. L’arrestato, dopo essere stato visitato dal personale medico intervenuto sul posto, è stato portato in caserma e trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria di Civitavecchia. Per fortuna la vittima non ha riportato ferite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento