rotate-mobile
Cronaca Santa Marinella

Aggredisce la compagna, poi picchia i carabinieri intervenuti in suo aiuto

Un uomo di 30 anni, senza fissa dimora e con precedenti, è stato arrestato dai carabinieri con le accuse di lesioni personali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale

Ha aggredito prima la sua compagna e poi i carabinieri intervenuti in aiuto della ragazza. È quanto successo nel pomeriggio di ieri sulla via Aurelia. A finire nei guai un 30enne polocco arrestato con le accuse di lesioni personali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Tutto è iniziato quando i carabinieri della Stazione di Santa Marinella sono stati chiamati ad intervenire lungo l'Aurelia, dove era stata segnalata una violenta lite tra un uomo e una donna: qui i militari hanno notato la coppia mentre stava ancora discutendo animatamente e il 30enne, alla loro vista, invece di tornare alla calma ha pensato bene di scagliarsi anche contro di loro, tentando di colpirli con calci e pugni.

Il 30enne, bloccato, è stato ammanettato e portato in caserma, la sua compagna, invece, è stata trasportata al pronto soccorso dell'ospedale di Civitavecchia dove le sono state diagnosticate lesioni per 10 giorni. Lievi lesioni refertate anche ai Carabinieri. Al termine degli accertamenti, il 30enne è stato arrestato e, come disposto dall'Autorità Giudiziaria, trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce la compagna, poi picchia i carabinieri intervenuti in suo aiuto

RomaToday è in caricamento