rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca Ciampino

Aeroporto Pastine, respinto il piano di abbattimento del rumore

Il progetto, presentato dalla Società Aeroporti di Roma, non ha convinto il Consiglio Comunale di Ciampino. Richiesto dal vice sindaco Carlo Verini la discussione della questione con i soggetti coinvolti nella gestione dello scalo

Il Consiglio comunale di Ciampino ha rigettato il piano degli interventi di contenimento e abbattimento del rumore presentato dalla Società Aeroporti di Roma in riferimento all'aeroporto 'G.B.Pastine'. A darne la notizia sono stati il vice sindaco Carlo Verini e l'Assessore all'Ambiente Guglielmo Abbondati al termine della seduta del Consiglio comunale che ha ritenuto "la proposta non accoglibile tenendo conto soprattutto della valutazione di ARPA Lazio".

"Il piano di AdR" spiega l'Assessore all'Ambiente, Guglielmo Abbondati, "indica, come prima misura di riduzione alla fonte, una diversa procedura sperimentale di volo degli aeromobili, che di fatto non produce effetti rispetto al superamento dei limiti di rumore prodotto dall'attività aeroportuale sul territorio comunale, certificati nella zonizzazione acustica dello scalo 'G.B. Pastine' approvata in sede di conferenza dei servizi nel luglio del 2010.

Di conseguenza" continua Abbondati "i successivi interventi sui ricettori, come doppi o tripli vetri indicati dal piano come misure di mitigazione sugli edifici maggiormente esposti al rumore, senza peraltro indicazione specifiche su modalità, priorità e costi degli interventi, risultano del tutto inadeguati rispetto alle finalità e agli obiettivi che la legge fissa per i piani di risanamento".

Secondo il vice Sindaco Verini "per il comune di Ciampino l'unica misura efficace e credibile resta la riduzione dei voli, secondo lo scenario ipotizzato da Arpa Lazio, che ha indicato in 60 movimenti/giorno l'attività aerea possibile per il rispetto dei valori limite del rumore aeroportuale. Per questo chiediamo alla Regione Lazio la costituzione di un tavolo di lavoro con tutti i soggetti coinvolti nella gestione dello scalo 'G.B.Pastine', le amministrazioni di Ciampino, Roma e Marino, le associazioni e i comitati dei cittadini, perché vengano fissate modalità e tempi certi affinché sia garantito il rispetto dei valori limite previsti dalla normativa e siano finalmente tutelate la qualità ambientale e la salute di questa comunità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto Pastine, respinto il piano di abbattimento del rumore

RomaToday è in caricamento