rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Nettuno

Adunata fascista per la nascita dei Fasci da Combattimento, l'Anpi: "Inaccettabile"

L'appuntamento sul portale di Azione Tradizione. Interrogazione del Pd Lazio al ministro Piantedosi

Sabato 25 marzo ci vediamo al Campo della Memoria di Nettuno (RM) per onorare con una commemorazione l‘anniversario del 23 marzo. L’occasione sarà dedicata anche alla celebrazione dei trent’anni del Campo, sacrario dove riposano i Leoni del Barbarigo ed i giovani eroi che difesero Roma dallo sbarco angloamericano. La memoria si onora con l’azione". Questo il messaggio con il quale i militanti di Azione Tradizione hanno annunciato un raduno fascista sul proprio portale web. Una adunata fascista che ha trovato la denuncia dell'Anpi provinciale di Roma. 

"Apprendiamo che il prossimo 25 marzo presso il Campo della Memoria di Nettuno si svolgerà una iniziativa per commemorare l’anniversario del 23 marzo 1919, data in cui vennero fondati da Benito Mussolini i Fasci  di Combattimento - scrivono dall'Associazione Nazionale Partigiani Italiani -.  Riteniamo inaccettabile che venga concessa l’autorizzazione a svolgere tale manifestazione rievocativa del fascismo e chiediamo alle autorità competenti di intervenire per impedirla e perseguire i promotori in base alla legge Scelba che punisce le esaltazioni di esponenti, principi, fatti o metodi del fascismo. Nettuno, città Medaglia d’Oro al Merito Civile per le sofferenze subite dalla popolazione durante l’occupazione nazifascista e per il contributo dato alla Lotta di Liberazione non deve e non può essere teatro di simili manifestazioni". 

Un evento "incompatibile con la Cosituzione", come lo definiscono i deputati del Partito Democratico, una volta appresa la notizia dall'Anpi: "La manifestazione neofascista al Campo della Memoria di Nettuno del 25 marzo prossimo, per commemorare l'anniversario del 23 marzo 1919, data in cui vennero fondati da Benito Mussolini i Fasci di Combattimento, va vietata perché apologetica del fascismo e incompatibile con i principi costituzionali e legislativi del nostro ordinamento". Chiedono, in una interrogazione urgente al ministro dell'Interno Piantedosi, i deputati del Pd Andrea Casu, Nicola Zingaretti, Michela Di Biase, Marianna Madia, Claudio Mancini, Roberto Morassut e Matteo Orfini. 

"La manifestazione - si legge nell'interrogazione dei Dem- sarà dedicata anche alla celebrazione dei trent'anni del Campo, sacrario dove riposano i Leoni del Barbarigo ed i giovani eroi che difesero Roma dallo sbarco angloamericano." Inoltre - proseguono i deputati Pd nell''interrogazione al ministro Piantedosi - l'iniziativa, reclamizzata attraverso il sito azionetradizionale.com, sito di chiara matrice fascista, non fa assolutamente mistero della volontà celebrativa della ricorrenza". "Nettuno, ricordano i Dem, è città Medaglia d'Oro al Merito Civile per quanto subito dalla popolazione durante l'occupazione nazifascista e per il contributo dato alla Lotta di Liberazione". Il Pd ricorda infine che "l'Anpi, comitato provinciale di Roma, ha denunciato tale iniziativa, chiedendo al ministro Piantedosi di negare l'autorizzazione perché rievocativa del fascismo".

Andrea Casu che oltre all'interrogazione ha commentato l'adunata sul proprio profilo facebook: "L'Anpi Provinciale di Roma, Sez. "M. Abruzzese e V. Mallozzi" di Anzio-Nettuno, ha denunciato che il 25 marzo, presso il Campo della Memoria di Nettuno, si svolgerà una iniziativa per commemorare l’anniversario del 23 marzo 1919, data in cui furono fondati i Fasci di combattimento da Mussolini. Il sito di chiara matrice fascista “Azione Tradizionale” riporta come “l’occasione sarà dedicata anche alla celebrazione dei trent’anni del Campo, sacrario dove riposano i Leoni del Barbarigo ed i giovani eroi che difesero Roma dallo sbarco angloamericano”. Non possiamo permettere che Nettuno, città Medaglia d’Oro al Merito Civile per le sofferenze subite dalla popolazione durante l’occupazione nazifascista e per il contributo offerto alla Lotta di Liberazione, sia teatro di una manifestazione che rievoca il passato più nero. Per questo abbiamo presentato un’interrogazione come Partito Democratico per chiedere al Governo di valutare un tempestivo intervento al fine di non consentire l'iniziativa di matrice neofascista che calpesta i principi della Costituzione e viola la legislazione vigente in materia di divieto delle manifestazioni fasciste. Il fascismo non è un'opinione, è un crimine. Sempre".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adunata fascista per la nascita dei Fasci da Combattimento, l'Anpi: "Inaccettabile"

RomaToday è in caricamento