Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Taxi: Adoc, subito sospensione licenza per chi ha bloccato la città

A seguito del blocco totale e illegale del servizio taxi, che di fatto ha paralizzato le principali città italiane, da Roma a Napoli a Milano, l’Adoc chiede la sospensione della licenza per chi ha saltato i turni di servizio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

A seguito del blocco totale e illegale del servizio taxi, che di fatto ha paralizzato le principali città italiane, da Roma a Napoli a Milano, l’Adoc chiede la sospensione della licenza per chi ha saltato i turni di servizio previsti e il ritiro della licenza per chi ha aggredito i colleghi che intendevano prestare servizio regolarmente.

“I sindaci che hanno lasciato che le loro città venissero prese in ostaggio dai tassisti dove sono? – commenta Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – il blocco del servizio pubblico operato dai tassisti è illegale, sta danneggiando sia la mobilità che i cittadini e i turisti. Abbiamo ricevuto centinaia di segnalazioni di cittadini impossibilitati a prendere un taxi, anche se prenotati in anticipo da ieri sera e stiamo denunciando all’Authority per gli scioperi tali episodi. Apprezziamo il fatto che quest’ultima stia valutando la precettazione, come Adoc chiediamo anche la sospensione della licenza per chi questa mattina non ha prestato servizio e il ritiro immediato della licenza per chi ha aggredito i colleghi che intendevano prestare servizio regolarmente. Inoltre, chiediamo che venga previsto il rilascio dello scontrino fiscale obbligatorio, come nel commercio, per ogni corsa effettuata. Qualsiasi problema può e deve essere affrontato attraverso il dialogo tra le parti, cercare di trovare una soluzione tramite il ricorso alla violenza e alle minacce non solo è illegale e assurdo, ma anche controproducente per la stessa categoria”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taxi: Adoc, subito sospensione licenza per chi ha bloccato la città

RomaToday è in caricamento