Cronaca

Marino ha detto sì: "Falcognana il sito idoneo per il post Malagrotta"

Trovato l'accordo: Falcognana accoglierà i rifiuti della Capitale a partire dalla chiusura di Malagrotta. Questo risultati dell'incontro istituzionale tenutosi questo pomeriggio

Il post Malagrotta sarà a Falcognana. Le previsioni erano giuste e il primo cittadino ha detto 'sì'. Questo l'esito dell'incontro di ieri tra il ministro dell'Ambiente Andrea Orlando, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il sindaco di Roma Ignazio Marino e il commissario per l'emergenza rifiuti nel Lazio Goffredo Sottile. Mentre in strada proseguiva senza sosta la protesta.

IL SITO E' "IDONEO" - Ecco quanto si legge nel comunicato congiunto diffuso al termine dell'incontro: "È stato deciso di rafforzare tutti gli strumenti per l'incremento dei risultati della raccolta differenziata all'interno del patto per Roma. Dopo aver valutato l'approfondimento del commissario Sottile rispetto alla relazione di una settimana fa, è stato valutato come possibile l'utilizzo del sito di Falcognana. 

Nei prossimi giorni il commissario avrà il compito di verificare ulteriori aspetti tecnici e logistici del sito. Rimane fissata la necessità di proseguire il lavoro per individuare un assetto definitivo per la chiusura del ciclo dei rifiuti. Per questo è stato formalizzato il tavolo tecnico permanente per l'attuazione del patto per Roma che si terrà presso il Comune".

"IN ALTRE REGIONI" - "Il Comune sta valutando la possibilità, proprio per alleggerire qualunque forma di conferimento all'interno del Comune stesso, di conferire i rifiuti a piccoli lotti in altre regioni", ha annunciato Ignazio Marino. "Quello che è assolurtamente certo è che dal 30 settembre verrà definitivamente chiusa la discarica di Malagrotta", ha aggiunto.

DAL PRESIDIO - Di seguito una prima reazione dal presidio di residenti e comitati, che hanno diffuso subito un comunicato stampa.
 

"Malgrado le fonti di informazione riportino notizie di un accordo raggiunto traMinistero dell’Ambiente, Regione Lazio e Comune, questo Presidio ribadisce la sua ferma contrarietà alla scelta del sito ECOFER di Falcognana. Con forza respinge questa ipotesi scellerata fondata su una istruttoria del tutto inconsistente. 

Peraltro priva dei richiesti elementi integrativi quali ad esempio lo studio dei flussi di traffico espressamente richiesti dal Comune e senza alcun approfondimento istruttorio rispetto alle opposizioni presentate dal Municipio IX. Questo Presidio diffida altresì ANAS S.p.A. dal rimuovere i propri striscioni anti-discarica ormai presenti ovunque nel tratto interessato della via Ardeatina. Il Presidio No Discarica Divino Amore non intende smobilitare anzi, rilancia ogni azione di difesa e contrasto alla nuova Malagrotta perché come cantiamo nelle nostre assemblee pubbliche in strada “il Divino Amore non si tocca”. Non accetteremo mai una nuova discarica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marino ha detto sì: "Falcognana il sito idoneo per il post Malagrotta"

RomaToday è in caricamento