Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Esquilino / Via Giovanni Giolitti

Lite nel sangue per le strade dell'Esquilino: accoltellato al costato fugge insaguinato nel quartiere

Ferito un 50enne. L'aggressore bloccato ed arrestato dai carabinieri. Le violenze nella zona di Termini

I carabinieri in via Giolitti (foto d'archivio)

Lite finisce nel sangue a Termini dove un uomo è stato accoltellato. Le violenze nella serata di domenica nella zona dell'Esquilino hanno visto coinvolto due uomini, un 50enne ed un 36enne. Ferito il primo dei due, il più giovane  è stato invece bloccato ed arrestato. 

L'intervento dei carabinieri è avvenuto intorno alle 21:00 dell'11 ottobre in via Giolitti con i militari del Nucleo Scalo Termini che hanno evitato un tragico epilogo arrestando l'aggressore, un cittadino algerino, con l’accusa di lesioni gravi. In particolare gli uomini dell'Arma, nel corso di un servizio di pattuglia in zona, hanno notato i due uomini rincorrersi e sono intervenuti bloccandoli entrambi. 

Nata in via Giolitti, la lite ha visto il 50enne, nato in Marocco, subire da subito un fendente al costato, ad opera del 36enne che lo ha colpito con un coltello a serramanico, con lama da 8 centimetri. Subita la prima ferita il cittadino marocchino è scappato in direzione via Cattaneo ma il cittadino algerino lo ha rincorso e colpito nuovamente e in altre parti del corpo con il coltello fino all’intervento dei Carabinieri che, con l’ausilio di altre pattuglie della Compagnia Roma Centro, sono riusciti a fermarli. 

I due, infatti, nonostante le ferite già inferte con la lama del coltello, hanno continuato a picchiarsi a mani nude. Richiesto l’intervento del personale medico del 118 il 50enne, malconcio, che nel frattempo ha perso conoscenza, è stato immediatamente trasportato, a mezzo ambulanza, in codice rosso, presso il pronto soccorso del Policlinico Umberto I, non in pericolo di vita. 

Al termine delle cure, presso il pronto soccorso, il cittadino marocchino ha rifiutato il ricovero, per poi essere dimesso con prognosi di 20 giorni salvo complicazioni per le ferite lacere multiple del torace, del volto, del dorso, dell’addome. 

Il coltello utilizzato per l’aggressione è stato recuperato e sequestrato dai Carabinieri che hanno anche ritirato al cittadino algerino un ulteriore coltellino svizzero. Il cittadino algerino 36enne, già noto alle forze dell’ordine, arrestato per lesioni gravi, è risultato in atto già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. presso la Stazione dei Carabinieri di Roma-Torpignattara; in mattinata sarà giudicato con il rito direttissimo presso le aule di piazzale Clodio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite nel sangue per le strade dell'Esquilino: accoltellato al costato fugge insaguinato nel quartiere

RomaToday è in caricamento