rotate-mobile
Cronaca Via Franz Kafka

Lite tra senza fissa dimora finisce nel sangue: due accoltellati, uno è grave

Il ferito più grave è tuttora ricoverato ed i medici non hanno ancora sciolto la prognosi

Due feriti, uno grave e due uomini arrestati per tentato omicidio. E' successo ieri sera, in zona Laurentino, nella riserva naturale di Acqua Acetosa Ostiense. Le richieste di aiuto sono giunte poco dopo le 21. La prima vittima è stata rintracciata dall'autoradio del commissariato Tor Carbone in una pizzeria dove si era rifugiata e, seguendo le sue indicazioni, è stato trovato l'altro ferito, quello più grave, colpito da alcune coltellate all'addome e ad una gamba.

Secondo quanto raccontato dalle vittime, due sconosciuti avrebbero fatto irruzione nell'abitazione di fortuna da loro abitata ed avrebbero minacciato di tagliare la gola ad uno dei due. L'amico avrebbe reagito e per questo sarebbe stato accoltellato. Nonostante le ferite i due sono riusciti a fuggire da una finestra.

I poliziotti intervenuti, insieme ai colleghi del commissariato Esposizione, si sono messi sulle tracce degli aggressori, trovandoli in una baracca vicina mentre, ubriachi e con gli abiti ancora zuppi per aver attraversato un ruscello, fingevano di dormire. Uno di loro perdeva sangue dall'arcata sopraccigliare.

Durante le perquisizioni è stato trovato il coltello. Un modello a serramanico che il polacco portava in un fodero legato alla cintura dei pantaloni. I due, di 36 e 47 anni, dopo le procedure per l'identificazione, sono stati arrestati per duplice tentato omicidio e condotti presso il carcere di Regina Coeli. Il ferito è tuttora ricoverato ed i medici non hanno ancora sciolto la prognosi. Sono ancora oggetto di indagini i motivi dell'aggressione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite tra senza fissa dimora finisce nel sangue: due accoltellati, uno è grave

RomaToday è in caricamento