Fregene: geloso della sua ex accoltellò rivale in discoteca, 19enne nei guai

Il ragazzo si era presentato presso i Carabinieri di Fregene con il proprio legale, riconoscendo le proprie responsabilità. Grave un 17enne colpito al collo e al torace. Ferita anche un'altra ragazza

Arresti domiciliari, con controllo anche mediante braccialetto elettronico. E' quanto ha deciso il Gip nei confronti del diciannovenne accusato di aver pugnalato un diciasettenne a Fregene nella notte di giovedì scorso. I reati contestati al ragazzo sono "tentato omicidio", "lesioni personali" e "porto abusivo d'arma in luogo pubblico". Il provvedimento gli è stato notificato dai Carabinieri della Stazione di Fregene.

RAPTUS DI GELOSIA - I fatti si erano consumati nel corso di una serata di festeggiamenti per il termine dell'anno scolastico, con il litorale di Fregene preso d'assalto da tanti giovani del centro di Roma. La location, quella della discoteca dello stabilimento La Rivetta sul lungomare di Levante, 278.

A far scattare la scintilla sarebbe stata la gelosia. L'aggressore, infatti, aveva incontrato nel locale una studentessa minorenne, sua ex fidanzata, che lo aveva lasciato perché stanca del suo temperamento insofferente e minaccioso, lo aveva lasciato. Non pago di tanto, era andato a ballare portando con sé un coltello a serramanico.

IL DOPPIO ACCOLTELLAMENTO - La rabbia del giovane ha così raggiunto il culmine quando ha notato la sua ex ballare e scambiarsi effusioni con un coetaneo. E così si è avventato alle spalle del ragazzo con furia, sferrandogli diversi fendenti con la lama, colpendolo al collo e al torace, senza fermarsi neanche di fronte al tentativo di fuga del giovane ed anzi rincorrendolo e ferendo alla coscia un’altra minorenne che, ignara, gli si era interposta ballando. Poi, fortunatamente, sarebbero intervenuti alcuni ragazzi a placarne gli intenti. Mentre il 19enne si è quindi allontanato.

SOCCORSI IN OSPEDALE - I due giovani feriti hanno cercato riparo fuori, dove, notati dai Carabinieri che pattugliavano l'area proprio in ragione della considerevole concentrazione di pubblico, sono stati assistiti e affidati alle cure del 118 e trasferiti all'Aurelia Hospital.

Lì la ragazza ha ricevuto vari punti di sutura, con conseguenti difficoltà a deambulare vista la parte del corpo dove era stata attinta, mentre il giovane aggredito è stato ricoverato in codice rosso e sottoposto a intervento, in prognosi riservata.

LA CONFESSIONE - I militari, ricostruita subito la dinamica dell’aggressione e raccolte le prime testimonianze dei presenti sono riusciti a individuarlo poi ricercandolo invano per tutta la notte sia a Fregene sia nell'area di Roma Nord, ove risultava residente: il ragazzo, invece, si è presentato presso la Stazione dei Carabinieri di Fregene l'indomani mattino con il proprio legale, riconoscendo le proprie responsabilità nell'accaduto e consegnando anche il coltello con cui aveva perpetrato la violenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento