rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Eur / Piazza Guglielmo Marconi

Movida violenta all'obelisco dell'Eur: accoltellato durante una lite, grave un ragazzo

L'aggressore fermato dai buttafuori dopo la chiusura del locale nel quale avevano svolto servizio. Gli agenti di polizia hanno poi arrestato un 21enne con l'accusa di tentato omicidio, denunciato anche un suo amico

Tre coltellate, due alla schiena ed una al fianco destro. A rimanere gravemente ferito al termine di una furiosa lite un ragazzo romano di 21 anni, ricoverato d'urgenza in codice rosso in ospedale dopo essere stato aggredito fuori da una discoteca, in quel momento già chiusa. Le violenze intorno alle 4:10 di questa notte in piazzale Guglielmo Marconi, conosciuto gergalmente come la zona dell'obelisco della Cristoforo Colombo, nel cuore dell'area della movida del IX Municipio Eur. A ferirlo un altro ragazzo, anche lui 21enne romano, fermato in un primo momento dai buttafuori del vicino locale dove è avvenuta la lite. Il giovane, poi arrestato con l'accusa di "tentato omicidio" è stato quindi consegnato nelle mani dei poliziotti del Reparto Volanti e del commissariato Esposizione intervenuti sul posto subito dopo. 

LITE PER UNA RAGAZZA - Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la lite sarebbe scoppiata in seguito ad una violenta discussione legata ad una ragazza, quindi per motivi sentimentali legati alla gelosia. Dalle parole si è poi passati ai fatti con uno dei due litiganti che ha poi tirato fuori un coltello con il quale ha ferito il rivale. I due si trovavano davanti ad un chiosco mobile per la vendita di panini e bibite. 

FERMATO DAI BUTTAFUORI - Dei veri e propri momenti concitati, che hanno preso corpo davanti a decine di testimoni appena usciti dai locali della movida della zona, già chiusi al momento dei fatti e completamente estranei alle violenze. Dopo aver accoltellato il ragazzo, l'aggressore è stato indicato dagli amici del ferito ai buttafuori che in quel momento si trovavano in piazzale Marconi. Sono poi stati gli stessi uomini addetti alla sicurezza a fermare l'aggressore, per poi consegnarlo nelle mani dei poliziotti arrivati all'obelisco subito dopo.

LITE PER GELOSIA - Sul posto gli agenti hanno accertato che il 21enne ed un suo amico, entrambi romani, usciti dal locale avevano aggredito un altro giovane, colpevole, a loro dire, di aver trascorso la serata in compagnia della ex fidanzata del primo. Durante l’aggressione, uno dei due amici ha tirato fuori un coltello, riuscendo a colpire la vittima per ben tre volte prima di essere fermato dagli addetti alla sicurezza del locale e da altri ragazzi che avevano assistito ai fatti.

DENUNCIATO L'AMICO - Il ferito è stato portato al pronto soccorso in codice rosso mentre l’arrestato è stato condotto presso il carcere di Regina Coeli. Il suo complice, fuggito dopo l’aggressione, è stato rintracciato dai poliziotti dopo una breve indagine e denunciato in stato di libertà per concorso nel reato di tentato omicidio. 

SPARI ALL'OBELISCO - Le violenze di questa notte seguono di un mese esatto (era la notte del 25 febbraio), un'altra alba violenta sempre nella zona delle discoteche dell'obelisco dell'Eur. In quel caso al posto delle lame si videro le armi. A scatenare il panico fu un romano di 26 anni, poi fermato dalla polizia al termine di una indagine lampo. A rimetterci furono quattro persone (tre cittadini spagnoli ed un romano) appena uscite da una discoteca, trasportate in ospedale con delle ferite d'arma da fuoco. Assieme al 26enne un altro romano, di 32 anni, datosi alla fuga in auto in compagnia del giovane che aveva premuto il grilletto della pistola. Nelle mire del fermato non c'erano però i quattro ragazzi rimasti feriti ma, secondo quanto ricostruito dagli investigatori di polizia che indagarono sul fatto, i buttafuori di un locale di piazzale Marconi, che avevano poco prima allontanato il ragazzo dalla discoteca. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida violenta all'obelisco dell'Eur: accoltellato durante una lite, grave un ragazzo

RomaToday è in caricamento