Accoltella connazionale al Cara: 18enne arrestato per tentato omicidio

In manette un giovane ospite della struttura, fermato da carabinieri e militari dell'Esercito a Castelnuovo di Porto. La vittima ricoverata in prognosi riservata a Villa San Pietro

Carabinieri ed Esercito al Cara (foto archivio)

Tentato omicidio al Cara di Castelnuovo di Porto dove un giovane eritreo di 18 anni ha accoltellato all'addome un connazionale di 22 anni. Le violenze alle prime luci dell'alba nel Centro di Accoglienza Richiedenti Asilo del Comune della provincia a nord della Capitale. Ancora da accertare le cause scatenananti dell'aggressione, scaturita secondo i primi accertamenti per futili motivi, la vittima è stata trasportata d'urgenza in ospedale dove si trova ora in prognosi riservata. 

BLITZ NEL CARA - Appresa la notizia del tentato omicidio nella struttura di accoglienza sono quindi intervenuti questa mattina i carabinieri della Stazione di Castelnuovo di Porto assieme ai militari dell'8° Reggimento Granatieri dell'Esercitio Italiano, in presidio fisso nell'area del Cara. Penetrati nella struttura i militari hanno poi trovato e fermato il 18enne eritreo. Trovato anche il coltello usato per l'aggressione, poi sequstrato dagli inquirenti. 

RICHIESTA DI ALLONTANAMENTO - Fermato il 18enne lo stesso è stato accompagnato per gli accertamenti di rito nella caserma dei carabinieri. Espletate le formalità si è poi scoperto come il giovane eritreo avesse minacciato alcuni giorni prima, sempre armato di coltello, un altro suo connazionale. Fermato anche in quel caso dai carabinieri della Compagnia di Bracciano diretti dal capitano Alessandro Papuli, il suo comportamento violento era stato segnalato in Prefettura, alla quale era stato richiesto l'allontanamento dello stesso dalla struttura d'accoglienza del Comune tiberino. 

TENTATO OMICIDIO - Giudicato con rito direttissimo l'ospite del CARA è stato arrestato e tradotto nel carcere romano di Rebibbia con le accuse di "tentato omicidio" e "porto abusivo di arma bianca". Ferito ma non in pericolo di vita il connazionale, raggiunto da un fendente all'addome e trasportato in prognosi riservata all'ospedale Villa San Pietro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento