Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Riano, abusivismo edilizio: il 5 gennaio via al processo per 167 persone

Gli imputati dovranno rispondere dell'accusa di abusivismo edilizio per aver edificato 117 villette in zone agricole. I 16 borghetti agricoli nella zona di Riano sono stati dichiarati abusivi

Centodiciassette case in zona Riano, tra la via Flaminia e la Tiberina, dovevano essere borghetti agricoli e invece sono diventate, secondo l'accusa, villette di lusso. Sulla vicenda del complesso residenziale, saranno in totale 167 le persone che il 5 gennaio prossimo dovranno comparire davanti al giudice monocratico di Tivoli (sezione distaccata di Castel Nuovo di Porto). In tribunale sfileranno i costruttori, i responsabili delle ditte, i direttori dei lavori, un firmatario delle concessioni edilizie e i proprietari delle villette. Gli imputati devono rispondere dell'accusa di abusivismo edilizio, per aver edificato 117 villette in zone agricole.

Dagli accertamenti, condotti dal Corpo Forestale fin dal 2004, ed ora contestati dal pm Laura Perna, è venuto fuori che un solo impiegato dell'ufficio tecnico del comune di Riano avrebbe firmato le licenze edilizie che hanno di fatto dato il via libera. Secondo gli inquirenti in quella porzione di agro romano era consentita esclusivamente l'edificazione di manufatti collegati all'attività agricola. Caratteristica questa che secondo i pubblici ministeri non avrebbe nessuno dei 117 immobili sotto sequestro dal dicembre 2008. I proprietari, molti dei quali stanno ancora pagando il mutuo, affermano di aver acquistato le villette con regolari rogiti notarili e di averle accatastate senza che nessuno contestasse la regolarità degli immobili. (fonte Ansa)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riano, abusivismo edilizio: il 5 gennaio via al processo per 167 persone

RomaToday è in caricamento