Ghetto, rimossi abusi in tre ristoranti di Portico d'Ottavia

I locali avevano ampliato lo spazio a disposizione. Rimossi tra gli altri anche 107 sedie, trentasei tavolini e sei ombrelloni

Tre ristoranti di Portico D'Ottavia sono finiti nel mirino della Polizia Locale in una operazione volta a scoraggiare il fenomeno del 'tavolino selvaggio' in tutto il territorio capitolino.

Secondo i reparti del GSU e del Comando Generale i locali avevano ampliato lo spazio a disposizione o si erano impossessati del suolo pubblico illecitamente. Così la Polizia Locale ha provveduto a rimuovere gli abusi, ripristinando la legalità nell'area pedonale interessata dalle occupazioni.

L'intervento, l'ennesimo di una lunga serie, ha comportato complessivamente la rimozione di 107 sedie, 36 tavolini, 6 ombrelloni, 4 piantane, 2 lampade, 1 cartellone menù, e 1 tavolo poggia vivande. Presenti il Comandante del Corpo, Raffaele Clemente, che ha coordinato le operazioni e la presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

Torna su
RomaToday è in caricamento