Chiude il figlioletto in casa e va ad ubriacarsi con gli amici, arrestata

Il figlio di 11 anni era stato chiuso a chiave in una stanza di un'abitazione di Pomezia mentre la madre girava per i locali notturni dei Castelli Romani in compagnia di amici

Lei in giro per i locali notturni a bere ed ubriacarsi ed il figlio di 11 anni chiuso a chiave nella sua cameretta per evitare scocciature. La madre debosciata è stata scoperta dai carabinieri ai Castelli Romani, dopo un fermo per un controllo stradale nel quale la donna, una cittadina moldava, è stata trovata completamente ubriaca a bordo di un'autovettura. Da qui il controllo dei documenti con l'indicazione della presenza di un figlio che ha portato i militari a sospettare che ci fosse qualcosa che non quadrasse.

FERMATA ALL'ALBA - Il fermo della donna all'alba dell'altra mattina, intorno alle cinque, quando i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castel Gandolfo sono intervenuti in una abitazione di via delle Arti, a Pomezia. L'arrivo nell'abitazione dopo che i militari hanno fermato la cittadina moldava, notando sul passaporto della straniera che vi erano riportati, oltre a quelli della donna, anche i dati anagrafici del figlio minorenne del quale, però, al momento del controllo, non vi era traccia.

CHIUSO IN STANZA - Non c’è voluto molto per localizzare l’abitazione dove la donna dimorava e verificare che il bambino, undicenne, era stato chiuso a chiave dentro la sua cameretta fin dalle 20 della sera precedente mentre la madre, in compagnia di qualche connazionale, girava per i locali notturni del litorale e dei Castelli Romani.

LOCALE A CECCHINA - Ed è proprio in uno di essi, precisamente un bar di via Nettunense a Cecchina, che i militari l’hanno scorta, seguita e poco distante fermata. Il suo tasso alcolemico è risultato di ben cinque volte più alto del limite massimo consentito dalla legge, nonostante la donna fosse stata già fermata e controllata per lo stesso motivo qualche mese prima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ABBANDONO DI MINORI - La donna, che è stata immediatamente arrestata, è stata posta ai domiciliari a seguito dell’udienza di convalida da parte del Tribunale di Velletri: l’accusa è di abbandono di minori e ora rischia fino a sei anni di carcere. La giovane madre dovrà anche giustificarsi dagli addebiti che le saranno rivolti dal Tribunale per i Minorenni di Roma e dai Servizi Sociali del Comune di Pomezia, a cui i carabinieri hanno inviato una dettagliata relazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

  • Omicidio a Marconi: colpito da una coltellata, morto 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento