Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Sequestro a Palombara Sabina: chiesta la convalida dell'arresto per il rapitore

La Procura di Roma ha chiesto la convalida del carcere per il poliziotto di 44 anni che ha rapito un ragazzo di 15 anni chiedendo ai genitori 75mila euro di riscatto

Si profila una conclusione per la drammatica vicenda nella quale un ragazzo è stato sequestrato da un poliziotto, padre di un compagno di scuola della vittima. La Procura di Roma ha infatti chiesto la convalida dell'arresto dell'uomo di 44 anni che lo scorso 13 dicembre ha sequestrato a Palombara Sabina per alcune ore un 15enne. La conferma del carcere è stata firmata dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e dal sostituto Francesco Caporale. L'uomo, attraverso il rapimento, voleva ottenere 75mila euro di riscatto per poter pagare i debiti accumulati con il videopoker.

LA DINAMICA DEL SEQUESTRO - Il poliziotto ha bloccato in strada il ragazzo e lo ha caricato su un furgone. Poi lo ha portato in un casolare di campagna, dove lo ha tenuto legato alle mani e ai piedi per qualche ora. Il sequestratore ha, quindi, contattato il padre del ragazzo chiedendogli il riscatto. I genitori del 15enne si sono rivolti ai carabinieri che hanno avviato immediatamente le indagini per localizzare e liberare la vittima. Nel primo pomeriggio è stato organizzato un incontro con i sequestratori nel corso del quale il padre avrebbe dovuto consegnare il riscatto richiesto. Lì il rapitore è stato arrestato. (Fonte Ansa)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro a Palombara Sabina: chiesta la convalida dell'arresto per il rapitore

RomaToday è in caricamento