Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Caldo a Roma, 50 gradi nella Metro B: malori e proteste dei consumatori

Adoc e Codacons sul piede di guerra. La prima associazione pronta a chiedere il risarcimento, la seconda la sospensione del servizio. L'Atac intanto promette altri 2 convogli climatizzati entro agosto

Caldo, caldo e ancora caldo. L'ondata di calore che sta attanagliando Roma più che il resto d'Italia vivrà oggi un ulteriore picco. E dopo quanto accaduto ieri la prospettiva non è certo incorraggiate. Tre i numeri sui quali si è snodata la giornata terribile degli accalorati romani. Trentotto: i gradi segnalati dai termometri ufficiali. Quarantatre: quelli percepiti dal corpo umano. Cinquanta: quelli sfiorati sulla metro B.

A denunciare l'inferno dantesco della linea metropolitana romana sono soprattutto le associazioni dei consumatori, Adoc e Codacons in prima fila, che arrivano a chiedere provvedimenti come il risarcimento e la sospensione del servizio.

L'Adoc sta ricevendo decine di segnalazioni di cittadini romani che hanno accusato forti malori e disagi a causa dell'afa e delle temperature elevate, quasi 50 gradi, che si registrano sulla linea B della metropolitana di Roma e sta valutando, insieme ai suoi legali, la possibilità di intentare cause di risarcimento dei danni subiti durante il percorso effettuato in metropolitana.

"Purtroppo", spiega Carlo Pileri dell'Adoc, "la metro è una scelta obbligata per molti romani e turisti in visita nella Capitale, soprattutto perché l'alternativa taxi è solo per i più agiati, considerando i costi attuali e futuri. L'Adoc sta valutando, insieme ai suoi legali, la possibilità di intentare cause di risarcimento dei danni subiti durante il percorso effettuato in metropolitana".

Il Codacons si associa alla denuncia dell'Adoc. "Il fenomeno si presenta ogni anno - spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi - ma stavolta sembra ancora più accentuato, e sta producendo diversi malori a danno dei passeggeri. Sulla linea B le carrozze dotate di condizionatori sono poche e il loro numero non risponde adeguatamente alle esigenze dell'utenza".
E proprio a tutela dei passeggeri, il Presidente del Codacons è inflessibile: "Se la situazione non migliorerà entro le prossime ore, chiederemo alle autorità competenti di sospendere interamente il servizio metropolitano sulla linea B, o di limitare i collegamenti alle sole carrozze dotate di condizionatori, essendo la salute dei viaggiatori un interesse primario da difendere".


L'Atac ha fatto sapere che entro agosto altre due carrozze climatizzate saranno messe in funzione sulla linea B, raggiungendo così il 50% dei convogli in servizio. Proseguirà intanto la distribuzione di acqua fuori dalle stazioni della metropolitana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo a Roma, 50 gradi nella Metro B: malori e proteste dei consumatori

RomaToday è in caricamento