Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

"Versi 4800 euro o suo figlio andrà in galera": 78enne non ci casca e incastra i truffatori

La pensionata ha chiamato sia il figlio che i carabinieri, facendo così saltare il vile piano. Ecco i consigli dei carabinieri per queste situazioni

Da vittima designata ad insospettabile detective. Ignoti truffatori, con la scusa del finto avvocato e del sedicente appartenente all’Arma dei Carabinieri, avevano tentato di far sborsare ad una 78enne romana ben 4.800 euro, al fine di evitare il fantomatico arresto del figlio, fermato a seguito di un sinistro stradale e trovato senza patente di guida e senza copertura assicurativa, così le avevano raccontato.

L'anziana però non ha abboccato e ha fatto saltare il piano dei malviventi, rivolgendosi prontamente ai veri carabinieri, quelli della Stazione Roma Monteverde Nuovo che sono subito intervenuti avviando un’indagine per risalire a chi, ieri pomeriggio, ha contattato telefonicamente la donna, una pensionata residente in via Giuliano San Gallo.

Una volta terminata la telefonata con il finto avvocato, la 78enne ha ricordato i consigli dei carabinieri, che riportiamo di seguito e ha telefonato al figlio, il quale l’ha rassicurata dicendole di stare bene e di non essere rimasto coinvolto in alcun sinistro.

Consigli per evitare le truffe agli anziani

A proposito dell’ultimo specifico episodio, i carabinieri consigliano a tutti i cittadini di diffidare da chi, qualificandosi come appartenente alle Forze dell’Ordine o ad altri enti/istituzioni, chieda denaro per evitare sanzioni o denunce, procedura non prevista per alcun tipo di illecito, e invitano, in caso si abbia qualsiasi dubbio, a non far entrare in casa nessuno e chiamare il Numero Unico di Emergenza “112”, il cui operatore potrà certamente dare ogni utile indicazione per evitare di incappare in spiacevoli situazioni quali truffe e raggiri di vario genere.

Le truffe e in particolar modo quelle in danno di vittime vulnerabili, rappresentano un atto vile e spregevole perché per questi soggetti deboli, spesso soli, i danni sono di natura economica ma anche emotiva, con gravi effetti sulla loro vita sociale e anche sulla salute.

L’attenzione dei carabinieri del Comando Provinciale di Roma è molto alta verso tale fenomeno, testimoniata dall’arresto di decine e decine di truffatori negli ultimi mesi e, sul fronte della prevenzione mettendo in campo numerose iniziative con campagne di informazione per venire incontro alla popolazione e sensibilizzare tutti sulla tematica delle truffe agli anziani.

A tal proposito il Comando Provinciale dei Carabinieri ha avviato su tutto il territorio di Roma e Provincia, anche attraverso la collaborazione con amministrazioni comunali, parrocchie ed enti\associazioni locali, la promozione di una serie di incontri aperti alla popolazione e rivolti soprattutto alle fasce più deboli, nel corso dei quali vengono forniti preziosi consigli per evitare di incappare in furti, truffe o altri reati del genere, a cui tutti i cittadini sono invitati a partecipare. I carabinieri illustrano le principali tecniche truffaldine e i trucchi usati dai malfattori per entrare nelle case, spiegando loro come poter fronteggiare i rischi e quale comportamento assumere in caso di situazioni sospette.

Un’azione diffusa e mirata per la prevenzione di reati molto insidiosi, anzitutto furti e truffe. L’Arma raccomanda, inoltre, il massimo dialogo tra familiari giovani e anziani per favorire una reale sensibilizzazione preventiva, che può essere potenziata proprio dalla conversazione domestica sul tema. Sul sito internet istituzionale dell’Arma dei Carabinieri è possibile trovare consigli utili per cercare di evitare di rimanere vittime di tali reati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Versi 4800 euro o suo figlio andrà in galera": 78enne non ci casca e incastra i truffatori

RomaToday è in caricamento