C’è chi viene qui per provare la cucina dello chef Luciano Monosilio e della sua squadra nel ristorante Follie e chi approfitta invece della piscina esterna circondata dal giardino. Il ristorante a bordo piscina si chiama Gala, durante la stagione meno calda si mangia in realtà nello spazio interno che è circondato da vetrate. Altrimenti si può comunque usufruire dei tavoli a bordo piscina per un menu leggero, per colazione, pranzo e drink. C’è un po’ di tutto, dal club sandwich all’angolo delle insalate fino alle tagliatelle alla bolognese, per chi vuole qualcosa più di sostanza. Addirittura la pizza, magari da mettere in condivisione. Infine, c’è anche un menu per i più piccoli.

Villa Agrippina Gran Melià
Apri su Maps 0645590522 @joandjoe_roma

Ultimo in ordine di apparizione sulla scena romana, Jo&Joe è il primo approccio italiano di una catena nata nel 2016 in Francia (ne abbiamo parlato qui). Si trova a Via delle Quattro Fontane e si distingue perché la proposta è budget ma anche legata a design e cura degli spazi. Dentro ci sono infatti un ristorante, un bar e una terrazza, con la possibilità di godersi un meraviglioso patio. 49 le stanze per un totale di 200 posti letto a varie disponibilità economiche.

Jo&Joe Roma
Apri su Maps 0636080410 @bulgarinikoromitoroma

Aperto a giugno 2023, questo indirizzo per l’ospitalità di lusso a Roma ha fatto molto parlare di sé, sia durante che a conclusione dei lavori. Fiore all’occhiello dell’offerta, la collaborazione già consolidata del brand Bulgari con lo chef Niko Romito, che qui ha firmato il ristorante ma anche Il caffè, il primo nel suo genere. Non si tratta di un bar con bancone, ma di un elegante locale che accoglie sia all’interno che all’esterno (sotto i portici di Piazza Augusto Imperatore, adornati da piante maestose) gli ospiti della struttura e gli esterni. Lunga la carta delle colazioni, che spazia tra dolci e salati. I prezzi sono da hotel (un espresso, arriva al tavolo a 4€) ma la sontuosità dei piatti segue il passo della qualità. In menu troviamo estratti e caffetteria, una carta delle uova bella sostanziosa, torte al piatto, croissant, maritozzi e porridge. Poi ancora toast prosciutto cotto e fontina che, nella sua semplicità, è uno dei più apprezzati in città.

Il Caffè Bulgari-2

A Lungotevere Ripa c’è un giardino storico, alle soglie tra rione Trastevere e Testaccio, dove si sono succeduti due locali: prima Borgo Ripa, poi Ripa Grande (ne abbiamo parlato qui, con anche Salotto Ripa per la parte interna). Quello che sanno in pochi è che un lato dell’edificio ospita anche un ostello dall’aspetto molto semplice, composto da 16 stanze e 53 letti in tutto. Per gli ospiti c’è anche una grande sala comune con un bar per le colazioni.

Borgo Ripa by Hostel Trastevere-2
Apri su Maps 0645249000 @editionrome

Si chiama The Roof, la terrazza, l’ultimo piano con vista dell’hotel The Rome Edition nei pressi di Piazza Barberini. Qui non basta la vista panoramica, troviamo anche una piscina in cui rilassarsi e godersi le giornate. Apertura tutti i giorni dalla mattina al dopocena, la terrazza offre un menu concentrato sulla cucina di pesce in varie salse. Non manca ovviamente una proposta di caffetteria e una cocktail list ispirata nei sapori e nei colori al Mediterraneo.

The Roof Roma
Apri su Maps 0658333405 @grandhotelgianicolo

Durante l’estate, il ristorante del Grand Hotel Gianicolo, riferimento storico per l’ospitalità in questa zona di Roma, noto anche ai locals per i suoi spazi all’aperto, si trasferisce a bordo piscina. Il ristorante si chiama La Corte degli Archi e sia a pranzo che a cena offre il menu preparato dallo chef Giuseppe Milana, che copre sia la tradizione romana con gricia, carbonara e amatriciana, ma si concede qualche spazio più ampio, per esempio, con la tagliata di manzo di Sakura con cicorietta selvatica ripassata o il baccalà pil pil con crema di patate e mandorle tostate.

Grand Hotel Gianicolo-2

Vicino a Via Labicana e al Colosseo ma non troppo distante da Stazione Termini c’è a Roma Ostello Bello. La formula è quella che prevale in questo marchio: caffè e tè sempre gratis, insieme a frutta e spezie, spazi comuni, letti comodi. Una cucina comune, un rooftop e un giardino arricchiscono gli ambienti da condividere con gli altri turisti. Il bar ha una proposta trasversale, vi si svolgono anche eventi e si può affittare anche per feste private.

Ostello Bello Roma

Non molto distante da Termini si trova YellowSquare, marchio di ostelli presente in Italia anche presso Milano e Firenze. Si tratta di un piccolo microcosmo dove dormire è solo una delle molteplici attività in conto e la scelta può ricadere su dormitori ma anche su stanze private. C’è poi la lavanderia, un’area coworking, il salone per farsi i capelli e anche un bar dove non si va solo a bere o mangiare ma si svolgono anche eventi.

Yellow Square Rome-2

Quelli di The Rome Hello hanno chiamato 11 street artist nazionali e internazionali per realizzare delle opere d’arte che vanno a condire gli spazi della loro struttura, che si trova in Via Torino, tra Via Nazionale e Piazza della Repubblica. Le soluzioni per dormire sono di vario tipo e vanno dalle doppie da hotel alle camere miste per chi preferisce risparmiare o stare in gruppo. All’interno della struttura c’è sempre stato un bar-ristorante, The Barrel, dove si svolgevano eventi. Attualmente è in fase di ristrutturazione.

The Rome Hello
Apri su Maps 06492330 @staygenerator

La catena di ostelli che ha sede anche a Barcellona, Berlino, Amsterdam e Venezia, è presente anche a Roma, nello specifico nelle immediate vicinanze della stazione Termini. La zona non è eccezionale, ma molto pratica per muoversi in città, a partire da un palazzo di sette piani che comprende 67 camere, tra private e condivise, con il bagno all’interno e varie categorie di prezzo. C’è dentro anche una caffetteria, un bar e una sala lounge. 

Generator Rome-2
Apri su Maps 067004978 @freehostels

In un palazzo all’Esquilino è possibile trovare un ostello presente anche a Barcellona con una formula simile. Le camere prevedono diverse sistemazioni, dagli spazi condivisi (ma con la possibilità di chiudere il letto e avere la propria privacy) fino ad arrivare alle camere matrimoniali. Con le tinte gialle, nere e grigie si identifica tutto lo spazio e in giallo sono anche gli ambienti comuni, in particolare il bel dehors interno su cui affaccia il bar per prendere uno spuntino o fare un aperitivo.

Free Hostels