Mercoledì, 17 Luglio 2024
Giardino

Come conservare le piante in casa con il caldo: i consigli degli esperti

Il vademecum degli agronomi per conservare le proprie piante in estate, quando si parte per le vacanze

Come conservare al meglio le proprie piante nel periodo estivo quando si parte per le vacanze? La domanda è diffusa in questo periodo dell'anno, per questo, dall’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della provincia di Roma (ODAF Roma), arriva un semplice vademecum.

“In queste settimane - ha spiegato Flavio Pezzoli, presidente ODAF Roma - abbiamo assistito ad un periodo di caldo torrido, che ha coinciso anche con molte partenze dalle città per le vacanze. Molti hanno il problema di come gestire la presenza di piante di ogni genere sui propri balconi o all'interno degli appartamenti”.

"Un romano su tre – ha aggiunto Pezzoli - preferisce metterle in macchina per portarle in trasferta al mare o in montagna, ma la maggior parte rimane in città in ambienti improvvisamente senza luce e molto caldi e soprattutto senza acqua”.

“Occorre sapere - ha sottolineato Pezzoli - che il cambio di ambiente per una pianta può essere anche fonte di grande stress. Quindi quando andiamo in vacanza e portiamo le nostre piante con noi valutiamo bene Dove le metteremo la temperatura che troveranno e soprattutto i primi giorni osserviamo tantissimo perché ci daranno immediatamente i segnali di stress qualora ve ne sarà”.

“Le nostre piante ornamentali – ha specificato Pezzoli - soffrono più di ogni altro essere vivente l'abbandono nei nostri appartamenti. Dobbiamo fare molta attenzione perché tra tapparelle abbassate e periodi prolungati di buio, caldo infernale e assenza di acqua, molte delle nostre piante, al nostro ritorno, le troveremo morte”.

Il vademecum

Ecco cosa si può fare secondo gli esperti per allungare la vita delle piante e contenere i danni che, in questo periodo, possono essere anche letali:

  1. Lasciare entrare un po’ di luce dalle finestre consentendo loro di proseguire il processo di fotosintesi clorofilliana;
  2. Se abbiamo sottovasi mettere acqua, la pianta ne prenderà alla bisogna.  
  3. Oppure i classici metodi una volta, riempire una bottiglia di acqua capovolgerla e inserirla a terra nel vaso con il tappo con un foro per fare uscire lentamente l'acqua, così il terreno piano piano prenderà acqua dalla bottiglia e quindi avrà possibilità di avere la terra e le radici sempre umide.
  4. Se abbiamo luce in bagno mettere tutte le piante nella vasca e mettere non troppa acqua alla base e in questo modo le piante prenderanno l'acqua che gli serve.
     
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come conservare le piante in casa con il caldo: i consigli degli esperti
RomaToday è in caricamento