Lorenzo Nicolini

Opinioni

Lorenzo Nicolini

Giornalista RomaToday RomaToday

Italia – Paraguay e il Girone E: ecco cosa ho visto

Ecco il punto sull'esordio degli Azzurri e quello che ci ha fatto vedere il Girone E. E tu cos'hai visto?

Quarta giornata mondiale, la giornata dell'esordio Azzuro. Sulla partita dell'Italia ho già detto molto e ora, come è di consueto, ecco cosa ho visto ieri. Ho visto un'Olanda cinica e fortunata come non si era mai vista. Gli orange, di solito belli e perdenti invece li ho visti brutti e vincenti. Non arriveranno in fondo ma se recuperano Robben possono essere una mina vagante. Ho visto un buon Kuyt che a me piace tantissimo, ma purtroppo per l'Olanda ho rivisto Giovanni Van Bronchorst sulla sinistra, una mummia. La Danimarca l'ho vista quadrata e ben organizzata ma senza idee in fase offensiva. Ho visto due Poulsen: Simon quello dell'autogol sciagurato e Christian lo juventino solido migliore dei suoi. Ho visto Sorensen, finalmente un portiere che prova a bloccare il pazzo Jabulani. Ho visto l'Honda d'urto nipponica che ha spazzato via il timido Camerun. Ho visto la rete di Honda, la prima realizzata da un giocatore che milita nella Russian Premier League. Il centrocampista giapponese l'ho visto anche altre volte e mi piace. Ho visto male il Camerun che mi ha deluso. Assou-Ekotto e Bassong li ho visti disorientati e arruffoni, mentre Eto'o l'ho visto spento che vagava per il campo. Nel Giappone ho visto bene anche Hasebe e Matsui, centro non Holly Hutton e Mark Landers ma due buoni giocatori. Ho visto la pioggia per la prima volta il questo Mondiale e guarda caso proprio contro l'Italia che comunque non mi è dispiaciuta. Ho visto Cannavaro e Zambrotta in versione evergreen e Pepe con poca qualità ma con tanta tantissima quantità. Ho visto però una squadra operaia con nessuna idea in avanti, ho idea che contro la Nuova Zelanda vedremo Pazzini e non Gilardino. Non ho visto Marchisio, quello visto ieri non è il metronomo visto a Torino. Ho visto delle entrate criminali dei giocatori paraguayani che l'arbitro Arciundia non ha visto o non ha voluto vedere. Non mi spiego però come abbia visto l'inesistente calcio di punizione che ha generato poi il gol di Alcaraz. L'ho detto in tempi non sospetti, non ci fischieranno nulla a favore e il non vedere Blatter in tribuna per l'esordio dei Campioni del Mondo ne è la conferma. Ho visto comunque un'Italia arcigna, grintosa anche se ha poca qualità.

E tu cos'hai visto?

 

Si parla di

Italia – Paraguay e il Girone E: ecco cosa ho visto

RomaToday è in caricamento