Giovedì, 29 Luglio 2021

Opinioni

RomaToday

Redazione RomaToday

La pizza come Totò insegna

Via Eurialo è una strada non molto lunga, a due passi dall'Appia Nuova, più o meno all'altezza di Colli Albani: in pochi metri ci sono almeno tre pizzerie. Ne abbiamo provata una, napoletana doc, che si chiama Sapori di Principe.

Almeno tre pizzerie concentrate in pochi metri. Via Eurialo è una strada non molto lunga, a due passi dall'Appia Nuova, più o meno all'altezza di Colli Albani. Molti la conoscono per la più rinomata pizzeria Spaccanapoli, ma noi questa volta siamo entrati in un'altra pizzeria, che a vederla da fuori non le daresti 1 euro. Si chiama Sapori di Principe: il nome non viene da Casal di Principe, come gli amici di Saviano potrebbero pensare, ma dal Principe della risata, cioè Totò. I proprietari si sono votati a questo santo, come testimoniano anche le simpatiche tovagliette con i dieci, anzi undici, comandamenti, in puro stile partenopeo (esempio "Puort rispett"). L'importante per me è però che anche la pizza sia in stile partenopeo e devo dire che questa volta non sono rimasta affatto delusa. La consistenza dell'impasto è morbida e croccante allo stesso tempo, alta e gonfia come vuole la tradizione. Il condimento è adeguato: nel mio caso era una bufalina doc, bianca, con una saporita mozzarella di bufala e pachini.
Prima della pizza, per non farci mancare niente, avevamo preso anche un cartoccio di fritti napoletani: molto buoni. Con mio sommo gaudio comprendevano anche gli "scagliuozzi", cioè i triangoli di polenta fritta, che i napoletani dicono essere una loro specialità, ma che io sono convinta che siano originali foggiani!
Naturalmente birra e, per chi desidera il dolce, in questa pizzeria arrivano direttamente da Napoli i dolci della ditta "Lavezzi"... Non è una boutade, ma è una ditta dolciaria diventata particolarmente famosa grazie all'omonimia col Pocho!

Si parla di

La pizza come Totò insegna

RomaToday è in caricamento