Soul fritto

Opinioni

Soul fritto

A cura di Maurizio Guerrazzi

Migliaccio, la ricetta

Con questa torta, sempre della mie zone, concludiamo questo ciclo di dolci carnevaleschi.

Poi tranquilli, domani ricomincio a postare i dolci per la Pasqua… :-)

Rimane il fatto che, Chiacchiere e Castagnole a parte, gli altri sono dolci che possono essere preparati in ogni momento dell'anno e a un dolce non si rinuncia mai!!!

Detto questo, oggi prepariamo IL MIGLIACCIO ovvero un dolce unico nel suo genere, dal sapore particolare che esula dai soliti dolci di carnevale per sapore e soprattutto perché non è fritto.

Trattasi di una torta un po' umida al suo interno, a base di semolino, latte e ricotta…FRESCHISSIMA, che ricorda vagamente la polenta…..mi raccomando però, non la accompagnate con le spuntature altrimenti potrebbe rimanere un po' pesante pur non essendo fritta……ahahahahah!

INGREDIENTI:

250 gr di semolino

750 ml di latte

30 gr di burro

aroma di vaniglia

3 uova intere

200 gr di zucchero

300 gr di ricotta freschissima

1/2 bicchierino di limoncello ( facoltativo)

scorza di limone

1 pizzico di sale

Procedimento:

Versare il latte in una pentola ampia e portarlo a bollore con la scorza di un limone, ed un pizzico di sale.

Raggiunto il bollore abbassare la fiamma ed unire a pioggia il semolino, continuando a mescolare esattamente come per la polenta. Quando il composto sarà ben sodo e senza grumi, togliete dal fuoco aggiungete il burro, amalgamate bene, mettete da parte e lasciate raffreddare.

Nel frattempo in un'altra ciotola, setacciare la ricotta, unendo ad essa l'aroma di vaniglia, le uova e lo zucchero. Mescolate bene per fare amalgamare il tutto.

Riprendete quindi il vostro composto di semolino e incorporatelo al composto di ricotta. Aggiungere il 1/2 bicchierino di limoncello (facoltativo) e amalgamate bene il tutto.

Versare quindi il vostro impasto in uno stampo rotondo imburrato ed infarinato del diametro di 24 cm di diametro e cuocere in forno a 180° C fin quando non risulterà dorato in superficie, per 1 ora circa.

Ecco pronto il nostro migliaccio quindi, io con i dolci di carnevale ho terminato, anche se ce ne sarebbero ancora molti da preparare. Ci vediamo alla prossima ricetta. Buon Carnevale dal vostro Personal Chef!

Si parla di
RomaToday è in caricamento