rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022

Multe Portonaccio: "Cara sindaca, ecco perché andare in Cassazione è per me una questione di principio"

La lettera di Luca Cardia, tra i fondatori del comitato Uniamoci Contro le Multe di Portonaccio

Cara Sindaca,

Rappresento oltre 17.000 persone facenti capo al Comitato “Uniamoci Contro le Multe di Portonaccio”.

Cosi come tanti mi sento colpito in prima persona davanti ad un atto così ingiustificatamente lesivo nei confronti di tanti cittadini che dall’oggi al domani si sono visti recapitare decine e decine di multe a testa, a seguito di un ripristino di una corsia Preferenziale senza che sia stata adeguata la segnaletica, rifatta per ben 4 volte a seguito delle nostre segnalazioni ed informata l’utenza, abituata a percorrerla oramai da 8 anni (prima era soppressa per i lavori sulla Tiburtina). In soli 6 mesi avete comminato 367.000 sanzioni portando decine di migliaia di cittadini a ricorrere nei vari gradi di giudizio.

Ci avete incalzato anche quando avevamo avuto ragione nei primi gradi di giudizio, tuttavia accanendosi e ricorrendo anche contro i giudizi a nostro favore, scoraggiandoci però sulle spese da sostenere per andare avanti.

Anche malgrado una CTU in nostro favore, peraltro richiesta da un Giudice in Appello per avere un parere oggettivo sulla questione, che riporta tra le altre cose * la ragione da parte del Cittadino e la totale inadeguatezza della Segnaletica rifatta per ben 4 volte, evidenziando inoltre l’erronea classificazione della strada come corsia preferenziale piuttosto che Varco*, ci ritroviamo tuttavia a dover percorrere la strada della Cassazione.

Oggi, parlando per me stesso, rimane una lotta di principio ed economicamente sconveniente, perché se devo scegliere se pagare 800€ di multe e sanzioni, a seguito di ricorso rigettato in Appello e rischiare di pagarne 3.500 se perdo in Cassazione, ancora oggi scelgo di percorrere la strada della Giustizia, perché nessun cittadino si sveglia la mattina e decide di accollarmi oltre 30 multe a testa.

Andiamo avanti, perché la Giustizia non ha colori politici ma in questo caso neanche 5 stelle!

Luca Cardia*

Si parla di

Multe Portonaccio: "Cara sindaca, ecco perché andare in Cassazione è per me una questione di principio"

RomaToday è in caricamento