rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Le Idee

Opinioni

Le Idee

A cura di Luciano Ciocchetti

C'era una volta "La Grande Bellezza"

Martedì è andata in onda “La Grande Bellezza”, orgoglio italiano e romano per la vittoria dell’Oscar dopo quindici anni. La Roma storica è sempre immensa, magnifica nelle sue scenografie che, a noi fortunati, vengono regalate ogni giorno. La Roma storica appunto.

Ormai Roma è una città che soffre. Il resto della nostra città vive nel degrado più totale. Soffre nel vedersi ridotta allo stato di abbandono completo da parte di chi invece dovrebbe tutelarla e renderla, se possibile, ancora più bella. E’ di poco tempo fa l’immagine che girava sui social dei maiali che si cibavano vicino ai cassonetti dell’Ama, poiché era da tempo che non passavano a ritirare i rifiuti.

Un’immagine che ogni romano non vorrebbe vedere, o di come, a causa delle piogge, Roma sia diventata ormai piena di buche, strade chiuse perché geologi continuano a fare sopralluoghi da mesi, minisindaci (vedi Cristina Maltese) che alla domanda “Quando riaprirà via di Brava?” non sa dare risposta; cantieri aperti da più di un anno (vedi una voragine a via Genzano, a Colli Albani); ma il massimo dell’assurdo lo abbiamo con via Enzo Tortora (Saxa Rubra) che tra qualche mese festeggerà i tre anni di chiusura.

Ecco queste sono le immagini che mai vorremmo vedere nella nostra meravigliosa Città Eterna. Amata ovunque nel mondo, tranne che dal Sindaco Marino, il quale non sembra sia in grado di risolvere i problemi che la città si trova a dover affrontare. Dobbiamo amare Roma e l’Italia così come viene fatto all’estero. Dobbiamo rispettarci e rispettare. Dobbiamo credere di più in noi.

C'era una volta "La Grande Bellezza"

RomaToday è in caricamento