Lottavo Colle

Lottavo Colle

A destra fanno soldi sui "negri"; a sinistra grazie ai "neri": è Roma

Gli arresti e gli indagati fanno luce su anni di gestione di un'emergenza - quella relativa agli immigrati, ai richiedenti asilo, ai rom - che ha portato la "banda Carminati" a incassare fior di milioni. Poi distribuiti (anche) a sinistra

E' un'inchiesta che rende giustizia a un'intera città ma, soprattutto, a chi non si è fatto attirare da quei milioni che, purtroppo da sempre, girano intorno alle varie emergenze. Interessa fino a un certo punto se Carminati e chi per lui finirà in carcere. Interessa, certo, sapere se Alemanno e i suoi fedelissimi abbiano violato la legge per incassare finanziamenti su finanziamenti. Ma colpevoli o no - per un giudice - il giudizio della città è già stato espresso. Hanno sfruttato le emergenze, create dalla politica, per fare soldi. E distribuirsi i soldi.

Certo, al vertice c'è un ex Nar e non è una cosa da poco. Ma quell'ex Nar è, da sempre, molto vicino alla politica e ai politici. Quell'ex Nar si è fatto imprenditore e si è seduto al tavolo con amministratori tanto di destra quanto di sinistra. Il passato da terrorista nero è finito in un cassetto per fare spazio a un presente da direttore di un'orchestra che, negli anni, ha fruttato oltre duecento milioni di euro.

Si è urlato "al lupo nero" non appena è uscita la notizia dell'inserimento nel registro degli indagati di Gianni Alemanno e dei suoi fedelissimi, per poi restare di sasso quando al suo fianco è comparso il nome di Luca Odevaine. Chi scrive ben lo ricorda, ai tempi di Veltroni, farsi bello per la gestione dell'emergenza Africa. Africa come l'hotel da lui sgomberato per poi spostare "i negri", su input "dei neri", in varie strutture controllate dal cartello. Questa la tesi sulla quale si sono mossi gli arresti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da qui, la necessità di fermare pensieri e rotative per rifare i titoli. Il "nero" è un tratto che non sbiadisce, anzi, dopo gli arresti. Ma è un nero che sfuma al rosso quando si parla di cooperative sociali e di gestione dei vari centri per immigrati, per richiedenti asilo, perfino per campi rom. Per Carminati non c'è colore che tenga se non quello dei soldi. Lo stesso dicasi per chi ha votato a sinistra, o si è fatto votare da sinistra, stringendo mani che nel segreto dell'urna mettono la croce a destra. O che magari la mano destra la usavano per premere il grilletto.

Lottavo Colle

Fare il giornalista ti concede un privilegio: il tempo. Quello che serve per pensare, ragionare, osservare e studiare quanto avviene nella tua città. Da questo spazio idee, suggestioni, sfoghi e analisi. Dal basso de Lottavo colle storie e pratiche di resistenze quotidiane in una Capitale eternamente invivibile

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento