Mercoledì, 28 Luglio 2021

"Shelter" poesie di Marco Giovenale

"Shelter" poesie di Marco Giovenale edito da Donzelli

Non si libera dagli aghi, se ne veste.
Vive nell’ultima stanza – ogni volta
sta varando il vascello con lo sguardo
nella fontana fuori, dove la potrebbero
condurre ma non vuole, dai sette anni
mentali e non mentali non si strecciano
il colore cenere – la testa, gli occhi.

Non possono trovarla assiderata.
Piuttosto a contare sul balcone, che sarebbe
il margine alfa della storia, da dove
la contesta e può ascoltarla; due
fibbie alle scarpe slacciate, rientra
sempre e cammina sempre scalza contro
la parete. Lì sta bene. Lì – dice alla fine
della casa – mi riconoscete.

Chi manca è più nitido,
si prende la ragione

 

 

shelter_copertinaCon estremo piacere vi segnaliamo un libro di poesie.

Shelter significa “rifugio”, “riparo”. Le poesie di Marco Giovenale sono ricche di immagini di case, di dimore e nascondigli: ogni tetto però, ogni ricovero se da un lato salva e protegge, dall’altro segrega, rinchiude, separa, disegna una cella possibile. I due elementi si implicano, non c’è l’uno senza l’altro, in una costante intermittenza tra asilo e prigione. Le poesie di questo libro, scritte nel solco di contrasti netti fra buio e luce, sono veri e propri veloci discorsi sull’inermità e sul rifugio, rispettosi della articolata sintassi del dolore che ci abita. In questo senso, si potrebbe dire che Shelter dialoga idealmente, con i bianchi e i neri nettissimi, scanditi, iterati nel segno fotografico di Mario Giacomelli, o di Francesca Woodman, ai quali deve climi, pensiero, sguardo. Un libro intenso, capace di sorprendere a ogni sua pagina, un nuovo fondamentale tassello del percorso artistico di una delle voci più interessanti della generazione dei poeti nati negli anni Sessanta. Shelter espande, modella e porta a compimento la ricerca e i risultati di una “poetica del luogo” che da tempo ha reso Giovenale noto nel luogo di luoghi per eccellenza: il web, la rete – dove i suoi interventi costanti anche come critico e prosatore sono seguiti con attenzione.

Si parla di

"Shelter" poesie di Marco Giovenale

RomaToday è in caricamento