Lunedì, 21 Giugno 2021
A teatro con Francesca

Opinioni

A teatro con Francesca

A cura di Francesca Ragno

La compagnia "Il cassetto nel sogno" vince il premio città di Albano

La compagnia Teatrale "Il cassetto nel sogno" ha vinto la seconda edizione del premio teatrale "Città di Albano" portando in scena Sarto per Signora. A Massimo Trecapelli va anche il premio come miglior attore

Una scena di Sarto per Signora

All'interno della kermesse estiva Albano Estate si è tenuta  la Rassegna del teatro comico che ha aperto i grandi spazi al teatro d’autore, da Feydeau a Scarpetta, dando la possibilità a concittadini e non di assistere gratuitamente a divertenti commedie messe in scena da compagnie amatoriali di primo piano. In questo modo, oltretutto, si è voluto dare spazio ai tanti giovani del territorio per mettersi in mostra. Gli attori sono stati premiati proprio in occasione dell’ultima serata di Albano Estate con queste motivazioni:

PREMIO SIMPATIA      

con la seguente motivazione: spettacolo particolarmente divertente che ha coinvolto il numeroso pubblico nonostante la difficoltà di comprendere pienamente le battute in stretto dialetto napoletano

 alla compagnia PICCOLA RIBALTA OPLONTINA per  la commedia TRE JUORNE ‘E TIEMPO

 
MIGLIOR ATTORE CARATTERISTA

con la seguente motivazione: caratterista straordinario, ha interpretato il suo personaggio con grande professionalità, dimostrando una buona padronanza della scena. Il risultato è stato una divertente prova di attore che ha conquistato il pubblico.

FRANCESCO BIANCO  per l’ interpretazione di GAETANO PANNOCCHIA in O’ SCARFALIETTO

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA       

con la seguente motivazione: ha dato una divertente e particolare prova d’attrice, in un non semplice contesto, conquistando il pubblico con un’innata e contagiosa simpatia.

 FIORELLA ZANLUCCHI per l’interpretazione di AIGREVILLE  in SARTO PER SIGNORA

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA        

con la seguente motivazione: nonostante la giovane età ha dato prova di grande professionalità nell’interpretazione, piena di sottile ironia, di un personaggio secondario che ha saputo impersonare con grande efficacia.

 FEDERICO DE LORENZO per l’interpretazione di PASQUALE in  O’ SCARFALIETTO

 MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

con la seguente motivazione: perfettamente calata nel difficile ruolo della moglie di Ignazio Provolone, ne ha saputo esprimere gli stati d’animo coinvolgendo ampiamente  il pubblico.

 
LINA DI MAIO per l’interpretazione di CONCETTA in TRE JUORNE ‘E TIEMPO

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA                   

con la seguente motivazione: Ottima la verve comica di questo attore e il ritmo sostenuto che riesce a tenere, ai limiti della frenesia. Con straordinaria padronanza della scena ha saputo costruire un personaggio complesso rendendolo credibile all’interno di un contesto surreale.

 MASSIMO TRECAPELLI per l’interpretazione MOULINAUX in  SARTO PER SIGNORA

 PREMIO MIGLIOR SCENOGRAFIA          

con la seguente motivazione: per aver saputo creare un’ottima cornice scenica che non lascia nulla al caso, con cambi di scena geniali tra un interno casa ed un’aula del tribunale in un contesto difficile che non prevede, negli intervalli tra i vari atti, la chiusura del sipario.

 Alla compagnia ARTE POVERA per l’allestimento scenico della commedia 0’ SCARFALIETTO

 PREMIO MIGLIOR REGIA    

con la seguente Motivazione: per aver saputo valorizzare al meglio il nutrito gruppo di undici attori, offrendo una commedia degli equivoci spigliata, dal ritmo serrato e di sicura presa sul pubblico.

 Alla regista ALESSANDRA BRIGNONE per il lavoro teatrale 0 SCARFALIETTO

 MIGLIOR GRADIMENTO DEL PUBBLICO

con la seguente motivazione: una compagnia teatrale che ha dato prova di una buona qualità corale  e di un ottimo affiatamento. Il giusto dosaggio di questi elementi ha creato uno spettacolo non solo gradevole ma anche accattivante che ha riscosso un ampio gradimento del pubblico.

 Alla commedia 0’ SCARFALIETTO presentata dalla compagnia ARTE POVERA

 PREMIO CITTÀ DI ALBANO AL MIGLIOR LAVORO TEATRALE

con la seguente motivazione: un cast omogeneo e spumeggiante di vivacità; uno spettacolo divertente e sapientemente condotto sia dal regista che da tutti gli attori, che è riuscito ad ammiccare al pubblico senza mai avere cadute di stile.

Alla commedia SARTO PER SIGNORA presentato dalla compagnia IL CASSETTO NEL SOGNO

Si parla di

La compagnia "Il cassetto nel sogno" vince il premio città di Albano

RomaToday è in caricamento