A teatro con Francesca

A teatro con Francesca

Nel nome di Salomé: le donne prigioniere di un mito

Fino al 22 febbraio al Teatro Elettra di Roma lo spettacolo della Compagnia dei Bugiardi diretto da Lucio Castagneri "Nel nome di Salomé", uno spettacolo sulla donna e il suo mito

Ha debuttato questo venerdì al Teatro Elettra di Roma la nuova edizione dello spettacolo "In Nome di Salomé" messo in scena dalla Compagnia dei Bugiardi diretta da Lucio Castagneri. Uno spettacolo che parla di donne, di madri e di figlie e anche di uomini. Ne abbiamo parlato con l'autore e regista che ci ha portato alla scoperta dei misteri e segreti della "sua" Salomé.

"La Compagnia dei Bugiardi - racconta il regista Lucio Castagneri parlando del suo team di attori - come molte compagnie teatrali è a geometria variabile e spesso per esigenze di copione cambiamo la nostra formazione, ma siamo sulla scena romana oramai da venti anni".

Sulla scelta di Salomé come musa ispiratrice del suo spettacolo non ha dubbi il regista: "Salomé è la donna seduttrice che non riesce a stabilire un rapporto d'amore, conquista gli uomini per distruggerli. E' il personaggio biblico che cerca di conquistare il Giovanni Battista e poi si ritrova a dialogare con la sua testa da morto. Oscar Wilde ha poi scritto il suo dramma che è diventato patrimonio dell'umanità".

La Salomé raccontata nello spettacolo di Castagneri è una donna prigioniera di un mito: "La mia Salomé è vittima di un'educazione materna sbagliata e porta nel suo nome una sorta di maledizione che si tramanda nel tempo. La mia Salomé ruota intorno due uomini: Giovanni, amante alcolista della madre e della figlia, ed Erode, un capitano in fuga che Salomé tenta di sedurre e a cui chiede di portarla via da quello stato di soggezione e dalla prigionia in un mito che si porta dietro nel suo stesso nome. Alla fine c'è sempre la speranza di trovare un rapporto equilibrato tra uomini e donne".

A teatro con Francesca

" Dottorata in teoria dello stato presso l'Università La Sapienza di Roma, al di là della mia preparazione accademica ho da sempre coltivato una passione per l'arte ed il teatro.
Dopo aver seguito diversi laboratori teatrali, dal 2009 faccio stabilmente parte della compagnia teatrale ""Artisticamente Albano- gruppo Anime di Carta"" che organizza eventi culturali e teatrali in diverse zone dei Castelli Romani. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
RomaToday è in caricamento