A teatro con Francesca

A teatro con Francesca

Albano: l'Anfiteatro Romano come Caracalla, va in scena La Bohème

Lo scorso sabato La Bohème di Giacomo Puccini con l'allestimento curato da Europa Musica ha fatto il tutto esaurito nella rassegnna Anfiteatro Festival di Albano. Ieri ancora opera con la Cavalleria Rusticana di Mascagni

Rodolfo e Mìmì ( Foto di Patrizio Paganucci e di Elena Lanfaloni da Ufficio Stampa comune di Albano)

Siamo a Parigi e quattro giovani amici sono dediti alla vita da artisti, vivono in una soffitta e sono sempre squattrinati perché vivere d'arte non paga. Una sera il poeta Rodolfo rimane solo in casa quando bussa alla porta una giovane donna, Mimì, ed è subito amore.

Inizia così per tutti con la celebre aria "Che gelida manina me la lasci riscaldar..." la Bohème di Giacomo Puccini che se alle Terme di Caracalla ha fatto segnare un boom di presenze con incassi record, anche la versione curata da Europa Musica andata in scena all'Anfiteatro Festival di Albano proprio in concomitanza con l'ultima data romana, lo scorso 9 agosto, non è stata da meno.

Tutto esaurito per seguire le vicende di amore e arte nella Francia dell'Ottocento che si concludono con il tragico epilogo della morte della protagonista, malata come tutti sanno di tubercolosi. Per la regia di Massimiliano Damato e la direzione d'orchestra del maestro Claudio Micheli, le voci di Nunzia Santodirocco (Mimì) e di Raffaele Abete nella parte di Rodolfo hanno incantato il pubblico insieme agli altri protagonisti in scena da Musetta, Marcello a Schaunard e Colline.

Buono l'allestimento scenografico che riproduceva non solo la celebre soffitta teatro del tragico amore dei due protagonisti, ma anche la Parigi sommersa dalla neve e i caffè letterari della vita da bohèmienne, coinvolgenti le scene corali anche se in alcuni casi l'allestimento coreografico necessitava di qualche maggiore cura nei dettagli (basti per tutti la scena della banda che attraversava la piazza poco sincronizzata con l'orchestra e poco veritiera  nel simulare la suonata degli strumenti). Peccato  nel primo atto qualche sbafatura negli attacchi musicali dei cantanti e qualche oggetto di arredo caduto per inconvenienti scenici che in ogni caso non hanno tolto i meritati applausi dopo tre ore di spettacolo.la boheme-5

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Anfiteatro Festival di Albano quest'anno si è caratterizzato per dare molto spazio alla lirica e all'opera, ieri è stata la volta della Cavalleria rusticana di Mascagni, una scelta che sembra fin qui aver premiato gli organizzatori ed essere stata molto apprezzata dagli spettatori. Prossime date in programma stasera Michele Campanella con il concerto di pianoforte Chopin contro Liszt e domani Giorgio Albertazzi con in scena il Mercante di Venezia di Shakespeare.

A teatro con Francesca

" Dottorata in teoria dello stato presso l'Università La Sapienza di Roma, al di là della mia preparazione accademica ho da sempre coltivato una passione per l'arte ed il teatro.
Dopo aver seguito diversi laboratori teatrali, dal 2009 faccio stabilmente parte della compagnia teatrale ""Artisticamente Albano- gruppo Anime di Carta"" che organizza eventi culturali e teatrali in diverse zone dei Castelli Romani. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento