Salute

L'appello dei Medici Pediatri del Lazio: "Vaccinare più Under 16 per riaprire in sicurezza la scuola"

La Federazione dei Medici Pediatri del Lazio è preoccupata per la situazione legata ai vaccini nella regione per gli Under 16. "Questi numeri non bastano per riaprire le scuole in sicurezza" dichiara la Dottoressa Teresa Rongai

La battaglia contro il Covid non si ferma e tiene banco il problema delle riaperture delle scuole a settembre. 

L’Italia è uno dei pochi paesi insieme a Stati Uniti e Israele, che sta permettendo agli Under 16 di accedere alle vaccinazioni gratuitamente. La Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) del Lazio però è preuccupata per i dati regionali relativi alla vaccinazione dei giovanissimi.

I vaccinati Under 16 nel Lazio

Infatti nel territorio laziale, ai giovanissimi sono state somministrate più di 50mila dosi di vaccino. Quantità che ancora non bastano per riaprire le scuole in sicurezza. 

Della situazione laziale parla la Dott.ssa Teresa Rongai segretario della FIMP del Lazio che spiega quali sono i pericoli in caso di mancata vaccinazione. “Se io sono vaccinato ed entro in contatto con la variante Delta posso prendere il raffreddore, ma non replico il virus e dopo qualche giorno il virus muore" - spiega la Dottoressa - "Nei giorni in cui il virus non è ancora morto io entro in contatto con una persona X se la persona è vaccinata accade esattamente quello che è accaduto a me e di conseguenza in questo modo il virus non si replica e muore, altrimenti il virus continua a fortificarsi, passando da una persona all’altra e in questo modo muta e così si creano nuove varianti.”

La soluzione auspicata dal FIMP è quella di continuare a vaccinare il più possibile gli Under 16 per riaprire in sicurezza le scuole a settembre e non rivivere i problemi dell'ultimo anno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello dei Medici Pediatri del Lazio: "Vaccinare più Under 16 per riaprire in sicurezza la scuola"

RomaToday è in caricamento