Salute

Perché in primavera ci sentiamo sempre stanchi?

Le cause e i rimedi per combattere la cosiddetta stanchezza primaverile

Quando arriva la primavera in tanti iniziano ad avvertire una strana stanchezza. Le forze mancano, si ha pià sonno, cala il livello di attenzione. Ma perché questo avviene?

Come distinguere i sintomi dell'allergia dal Covid-19? 

Il fenomeno - abbastanza diffuso - è definito "mal di primavera", o stanchezza primaverile, un insieme di sintomi causati dal fatto che il nostro organismo non riesce a prepararsi gradualmente al cambio di stagione, alle giornate più lunghe e all’ora legale.

Anche se rappresenta un disturbo passeggero, la stanchezza primaverile può peggiorare la qualità della vita e rendere difficoltoso lo svolgimento delle normali attività. Cerchiamo di capire, dunque, come affrontare questo disturbo tipico della primavera.

Stanchezza primaverile: da cosa dipende

In assenza di specifici problemi di salute, la stanchezza primaverile è principalmente dovuta ai cambiamenti climatici del cambio di stagione, che influiscono sull’organismo. L'organismo si trova impreparato, ha bisogno di tempo per abituarsi e questo interferisce - inevitebilmente - sulla quotidianità.

Come si manifesta la stanchezza primaverile

Tra i sintomi più comuni della stanchezza primaverile c'è l'aumento della tensione nervosa, sbalzi d'umore e disturbi del sonno, oltre a incidere sull’appetito e sull’alimentazione. 

Anche il passaggio dall’ora solare a quella legale, in particolare per chi soffre abitualmente di insonnia, può costituire un ulteriore elemento di disturbo, con una conseguente sensazione di stanchezza e debolezza che persiste per tutto il giorno.

La stanchezza primaverile, inoltre, tende a colpire chi si trova già in una condizione di stress a causa di problemi personali o impegni professionali, chi è debilitato fisicamente e chi soffre di allergie primaverili o di carenze nutrizionali, in particolare vitamine e sali minerali.

Come combattere la stanchezza primaverile

Anche se non esistono farmaci specifici per combattere la stanchezza primaverile, è possibile ricorrere a rimedi naturali e integratori alimentari che aiutino il nostro organismo ad affrontare questo periodo. 

Ad esempio, possono risultare utili quegli integratori a base di aminoacidi (ma anche creatina, carnitina o glutatione), vitamine e sali minerali, ma anche rimedi naturali quali ginseng, eleuterococco, guaranà, pappa reale, polline d’api, propoli, miele, lecitina di soia e olio di germe di grano.

Tuttavia queste sostanze possono causare effetti collaterali: pertanto, è bene non abusarne e confrontarsi sempre con il proprio medico curante.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché in primavera ci sentiamo sempre stanchi?

RomaToday è in caricamento