Tumore al seno, torna l'Ottobre Rosa: anche nel Lazio mammografie gratuite

Porte aperte nelle strutture sanitarie che partecipano all'iniziativa fino ad esaurimento della disponibilità

Anche nel 2019 ottobre sarà rosa. 'Ottobre Rosa' è infatti il nome dato al mese dedicato alla campagna di prevenzione e informazione sul tumore al seno.

Anche quest'anno, la Regione Lazio offre alle donne nelle fasce di età 45-49 cioè quelle non comprese nella fascia garantita dal programma di screening, l'opportunità di prenotare una mammografia gratuita nelle strutture sanitarie che partecipano all'iniziativa fino ad esaurimento della disponibilità. (Qui tutte le informazioni sulla prenotazione.)

Lo scorso anno sono state effettuate, all’interno del programma di screening per il tumore della mammella, 159.316 mammografie ed identificati 983 tumori maligni in donne asintomatiche.Sempre l’anno scorso solamente nel mese di ottobre grazie alla campagna di‘Ottobre Rosa’ nel Lazio sono state effettuate 8.700 mammografie facendo registrare un lieve aumento rispetto all’anno precedente. 

Non solo Ottobre Rosa. I programmi di screening dedicati alla prevenzione e alla diagnosi precoce sono attivi tutto l'anno. La Regione Lazio, attraverso le sue Asl, offre 3 percorsi di prevenzione gratuiti alle persone comprese nelle seguenti fasce d'età: donne 25-64 anni per la prevenzione del tumore del collo dell'utero; donne 50-69 (volontario fino a 74 anni) anni per la prevenzione del tumore della mammella; donne e uomini 50-74 anni per la prevenzione del tumore del colon retto.

Ecco come funziona. Viene spedita a casa una lettera d'invito con un appuntamento prefissato dalla ASL di appartenenza per effettuare il test di screening; l'appuntamento può essere modificato telefonando al numero verde indicato nella lettera.Tutte le informazioni sono disponibili sul sitowww.regione.lazio.it oppure su Salutelazio.it

"I progressi nella ricerca hanno determinato negli anni una crescita continua delle percentuali di sopravvivenza, evidenziando in particolare l'importanza di una diagnosi precoce. Per questo motivo la sensibilizzazione rappresenta un aspetto fondamentale nel processo di cura" le dichiarazioni del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. "E’ importante lanciare un invito a tutte le donne affinché si rivolgano con fiducia alla Rete senologica del Lazio".

"Nella Regione Lazio" spiega l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria, Alessio D’Amato "abbiamo una rete dei centri senologici specializzati che risponde ai più elevati standard con professionisti molto qualificati ai quali si affianca un mondo del volontariato straordinario. L’obiettivo è quello di essere vicini alle donne e costruire una rete di accoglienza e supporto in un periodo molto difficile nella loro vita come quello della malattia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prendevano la pensione dei genitori morti vent'anni fa: danni all'Inps per 3 milioni di euro

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Sardine a Roma, sabato la manifestazione: chiusa metro San Giovanni e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro auto-moto, morto centauro

Torna su
RomaToday è in caricamento