Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | La vita di strada nei racconti di Sergio e Carmine: "Ogni anno te ne toglie cinque"

Due storie, due vite passate nella disperazione della strada. Oggi entrambi ne sono usciti e sono diventati volontari

 

La perdita del lavoro e della famiglia. Quel cadere piano piano ai margini della società, tra gli invisibili. Dove la tua unica compagna di vita è la solitudine. Dove ogni giorno si lotta per la sopravvivenza che, nel caso di chi è costretto a vivere per strada, inizia al mattino presto: liberare l'alloggio di fortuna mentre la città si sveglia, la corsa per trovare un pasto caldo, il girovagare senza meta in attesa che arrivi la notte, per riposare.

Sergio è toscano, oggi ha 78 anni ma a Roma ci arriva da ragazzo. Quando con la perdita di tutto quello che aveva ha iniziato a vivere alla giornata. Carmine è romano, di anni ne ha 57, ed è proprio lui a ricordare quanto la vita di strada “per ogni anno te le leva cinque, è dura”. Li incontriamo in occasione della presentazione della nuova "guida Michelin dei poveri” della Comunità di Sant'Egidio

Sergio e Carmine raccontano l’incontro con i volontari della Comunità e quell’aiuto ricevuto che ora vuole essere restituito agli altri: “Credo di poter portare avanti la mia esperienza - spiega Sergio -, cercare di evitare che altri facciano i miei stessi errori”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento